Archivio del mese novembre, 2013


Purtroppo i modelli matematici erano fin troppo chiari: da stasera fino a tutto domani bisognerà prestare molta attenzione a quello che succederà al sud, alle prese con una nuova intensa depressione che andrà posizionandosi nei pressi del canale di Sicilia. Come potete vedere dall’immagine satellite di poco fa, stanno nascendo come funghi intese celle temporalesche
La pausa con tempo buono anche se molto freddo al mattino è durata veramente poco. Appena il tempo di vedere un timido campo di alta pressione insediatosi a proteggere con un suo sottile lembo il centro nord (Toscana compresa) che subito si è visto l’arrivo di un altra perturbazione in discesa dalla Francia. Stavolta però
In giro si trovano diverse foto sulla neve avuta ieri mattina nella nostra provincia di Arezzo, ormai i mezzi di informazione sono sempre più ampi. Però qui vi volevo mostrare alcune foto che probabilmente hanno visto in pochissimi, sono foto fatte dagli uomini del Corpo Forestale dello Stato, uomini che quando nevica vanno in giro
Le alte pressioni non riescono ad insediarsi in modo duraturo nel Mediterraneo centro-occidentale. Anche la debole lingua anticiclonica che si è fatta strada da ovest nella giornata di oggi, avrà vita breve a causa della discesa di una nuova saccatura proveniente dal nord-atlantico. Il campo alto-pressorio si ritirerà nuovamente in pieno oceano e piazzerà i

La Cometa ISON

Mancano ormai poche ore prima che la ISON raggiunga il punto più vicino al Sole (perielio) tentando di superare la più grande difficoltà del lungo viaggio che l’ha portata fino al Sistema Solare Interno. Scoperta nel Settembre 2012 quando era ben più lontana di Giove, è passata vicinissima a Marte i primi di Ottobre del

Webcam da ricordo

Ecco un articolo con delle foto (ce ne sarebbero fin troppe da mettere) nevose di alcune webcam. Un evento sicuramente da ricordare, perché una nevicata così fino ai fondovalle a fine novembre succede molto di rado! Ripa di Olmo (255 m) verso la vetta del Monte Lignano (836 m). Chiani (280 m), nostra istallazione. Arezzo,
Stamani alcune zone della provincia di Arezzo si sono svegliate con un velo di neve sopra i tetti, prati ed auto. Il nostro sito, in qualche modo, aveva azzardato questa previsione già domenica, anche se le tempistiche previste sono state leggermente differenti (impossibile essere precisi in queste occasioni a meno che uno non abbia molta
Ecco le foto di stamani verso le ore 10.45 alla Burraia – Monte Falco, quota sui 1485 m. La Burraia si conferma ancora una volta la regina dell’Appennino tosco-romagnolo, al rilevamento ufficiale del Corpo Forestale a quota 1479 m l’asticella segnava 47 cm di neve. A quota 1650 m possiamo stimare sui 60 cm abbondanti
  Quella che facciamo fin da oggi è una previsione molto coraggiosa, passibile di figuracce. Quella che si andrà a creare è una delle situazioni più difficili da prevedere per il tratto orientale della regione. Facendo uno più uno fa due, con queste correnti nord-orientali, le nostre zone si trovano quasi matematicamente sottovento e quindi
    Una giornata prettamente insipida e lattiginosa di mezz’ottobre, la morte dei contrasti e l’orrore della dignitosa fotografia, ma che non è riuscita a guastare la bellezza dei panorami che si godono dal crinale a nord del noto Passo dei Mandrioli. L’idea è stata di scarponare verso il Monte Carpano ma, anziché dal più