Montedoglio, la bugia nascosta…!

Parliamo della Diga di Montedoglio, della rottura del muro laterale avvenuta come ricorderete (in pochi) la sera 29 dicembre 2010 e della bugia che venne detta a suo tempo sull’ora del cedimento del muro. E ve lo dimostrerò con i fatti, fatti inconfutabili che non si possono smentire!

Cliccate qui per leggere i dettagli sulla rottura

Di alcuni gravi problemi della diga avevamo già parlato, cliccando qui troverete delle notizie a riguardo.

Allora, smentiamo la fasulla ora in cui è avvenuta la rottura del muro della diga: fu comunicato che il muro cedette intorno alle 21.30, come ancora potete leggere in un articolo sopra che ho linkato. Ma in realtà l’ora non è quella: l’ora esatta è un’ora abbondante prima!
Lo dimostra il valore del primo idrometro a valle della diga: l’idrometro di Gorgabuia (a ovest di Sansepolcro), si trova poco a valle della diga e guardate il grafico cosa segna.
Qui il grafico che noi di Arezzo Meteo salvammo prontamente!

Ma su un sito coperto da password, il CF Umbria, ho trovato anche i valori precisi che furono registrati e, visto l’importanza di questo evento, vi mostro i dati.

Ore 20.00: il livello idrometrico è stabile sui 0.71 metri, questo perché la fuoriuscita dell’acqua dall’invaso è costante.

Ore 20.30: il livello è in aumento e segna 1.11 m. Ecco, questo significa appunto che il muro della diga cedette tra le 20 e le 20.30, possiamo ipotizzare che cedette verso le 20.15.

Ore 21.00: il livello schizza per aria segnando 2.50 m.

Ore 21.30: viene raggiunto il valore massimo di 2.54 m.

Quindi è del tutto errato dire, come venne detto, che il muro cedette verso le 21.30: se alle 21.30 il livello del Tevere raggiunse il valore massimo, è evidente che il muro della diga si è rotto prima! Infatti l’ora esatta della rottura, come ho detto e dimostrato con il grafico dell’idrometro, è verso le 20.15.

Dopo le 21.30 il livello del Tevere è cominciato a calare lentamente e all’1.00 era già sceso sotto il valore di massima allerta.

Per la cronaca, per l’idrometro di Gorgabuia il valore di massima allerta è a 2.36 m e come avete visto furono raggiunti i 2.54 m, quindi oltre il valore di massima allerta. Fortuna che gli affluenti del Tevere non erano gonfi e quindi andando verso valle aumenta il letto del fiume e non ci furono rischi per altre zone, come Città di Castello. Per dire, a Città di Castello è stata maggiore la piena avuta con le piogge nel novembre 2012.

Perché è stata detta questa bugia sull’ora della rottura del muro della diga?! Eppure è semplice stabilire l’ora della rottura, il grafico dell’idrometro parla chiaro!
Beh, io un’idea me la sono fatta, ma è meglio che non la dica… ognuno si faccia la sua idea…

 

Simone Paolucci
N.B. Se qualcuno avesse qualcosa da obbiettare su quello che ho scritto, si rivolga personalmente a me!

2 Comments
  • carlopal
    Posted at 19:47h, 09 Marzo

    Simo, e mo’ devi dircelo! Almeno in privato…

  • Simo87
    Posted at 21:45h, 09 Marzo

    Io mi sono limitato a dire i fatti come stanno e dato che ci sono i grafici, direi che non si possono smentire. Preferisco non aggiungere altro, anche perché è possibile che a qualcuno non faccia piacere leggere quello che ho scritto.
    Magari Carlo, con te che sei uno sveglio e parlammo della diga anche in passato quando andammo a fare la camminata nel “deserto”, ne possiamo parlare al prossimo ritrovo! Ciao!

Post A Comment