FacebookTwitterGoogle+Share

Volevamo darvi delle buone notizie in questi giorni, soprattutto per il week end ed invece siamo a commentare un altra settimana con tempo quanto meno instabile a tratti perturbato. Le alte pressioni ormai da tempo immemore sono lontane dalle nostre zone, perlomeno quelle che si insediavano nel Mediterraneo per giorni interi. E non ci va nemmeno male, visto quello che è successo e succede nelle altre zone europee, specie sulle zone centrosettentrionali del continente, alle prese con gelo e neve che non si ricordavano da tempo. Abbiamo il solito anticiclone che occupa le latitudini sub-polari che invia aria gelida da nord-est a mezza Europa mentre il flusso atlantico, a causa di questa anomalia pressoria, se ne sta basso di latitudine interessando con i suoi fronti perturbati a più riprese la nostra penisola. Ogni tanto qualche spiffero freddo riesce ad entrare sul nord-Italia provocando delle nevicate a quote basse:

ecco la situazione sinottica prevista per mercoledì che spiega bene quello che abbiamo descritto poco sopra:

 

Il canale depressionario che si è instaurato da giorni e giorni rimarrà attivo anche nel prossimo futuro inviando fronti perturbati in serie, talvolta più attivi e talvolta più sfrangiati, intervallati da delle brevi pause (una di queste mercoledi). Altra pioggia fra giovedì e venerdi come possiamo vedere da questa analisi sinottica al suolo prevista per il pomeriggio con l’ennesima perturbazione in avvicinamento alle nostre zone proveniente da ovest:

 

Inutile sperare qualcosa di buono nel week end pasquale quando saremo alle prese con altri impulsi perturbati, uno fra venerdì e sabato seguito da una breve pausa (Pasqua) ma sempre con tempo piuttosto instabile e capriccioso (ombrelli a portata di mano). Non andrà meglio per la Pasquetta quando molto probabilmente saremo raggiunti da un altra perturbazione. In compenso non farà eccessivamente freddo poichè le correnti che precedono i peggioramenti tenderanno a disporsi da sud-ovest e anche la quota neve sarà in netto rialzo rispetto a questi giorni. Nei prossimi editoriali proveremo ad essere più precisi nell’identificare magari quei momenti con tempo  parzialmente più stabile o comunque senza pioggia, cosa che al momento è piuttosto complicato. Qui sotto il diagramma termico riferito alla nostra zona con le precipitazioni molto probabili per tutto il periodo preso in esame:

 

Alessandro Nardi

FacebookTwitterGoogle+Share