FacebookTwitterGoogle+Share

if

E’ arrivata la primavera, il giardino è pieno di fiori e le temperature in costante risalita impongono di mettere mano ai grandi lavori nell’orto e nel giardino.

Cominciamo con il taglio del prato, alla arieggiatura con l’apposito attrezzo che porterà via il muschio e parte delle radici delle erbe infestanti, seguirà una buona concimazione con concime a lenta cessione e infine una buona annaffiatura. Tagliate regolarmente il prato almeno una volta a settimana e innaffiatelo dopo ogni rasatura in modo che torni folto e compatto.

if

Lavori nell’orto: facciamo i trattamenti con il ramato evitando il periodo di fioritura e cessando i trattamenti alla formazione dei frutticini, usiamo trattamenti specifici solo in caso di forte attacco di malattie fungine o parassiti. Spostiamo dalla serra i limoni e le altre piante che abbiamo protetto dal gelo, concimiamole con concimi specifici e potiamole ridando loro la forma.

Dopo aver lavorato il terreno, predisponiamo le zone dove piantare e seminare le colture per la stagione estiva facendo attenzione a non rimettere piante e semine nelle stesse zone occupate lo scorso anno           (rotazione delle culture) e possibilmente evitiamo che  le piante più alte come i pomodori, le melanzane o i carciofi facciano ombra alle culture più basse come le insalate, le bietole o i cetrioli.

Tra le prime piantine che possiamo mettere senza timore di temperature troppo basse ci sono le zucchine e i cetrioli, piantatele a file distanti 50-60 cm in modo che abbiano lo spazio per svilupparsi, una pianta di zucchine può espandersi oltre un metro quadrato!

if

Prepariamo le buche per i pomodori concimandole in fondo e lasciandole qualche giorno all’aria, poi mettiamo le piantine interrandole e annaffiando solo intorno alle radici,  infine  bisogna sostenere la nuova pianta con paletti di sostegno per poi completare l’interramento e la struttura definitiva quando le piantine saranno cresciute.

if

if

In questo periodo si possono piantare: patate, pomodori, zucchine, sedano, cipolle, bietola, cetrioli, cavoli (cavolella), insalate, mentre per le melanzane e i peperoni aspetterei fino a maggio.

Per le semine, tenendo conto che la Luna sarà buona (calante) dal 22 aprile al 6 maggio:  radicchio, insalate, ravanelli, prezzemolo, bietola, rucola, fagiolini, cicoria e carote.

if

1

Forza e coraggio, godiamoci il sole ma c’è anche tanto da lavorare!

 

La ricetta della Lia

Panzanella,  piatto popolare e conosciutissimo, adatto al clima estivo e realizzato con il pane raffermo e le verdure dell’orto.

Si bagna il pane secco (ovviamente toscano) in acqua e mentre lui si ammolla si tagliano  grossolanamente le verdure: pomodori, cetrioli, cipolla, sedano e basilico. Si strizza fortemente il pane con le mani e si sbriciola in una zuppiera, si aggiungono le verdure e si condisce con abbondante olio extravergine, aceto, sale e pepe.

Un piatto sano, fresco e gustoso, all’apparenza semplicissimo ma non banale.

Franco l’Ortolano

FacebookTwitterGoogle+Share