FacebookTwitterGoogle+Share

Dopo le ferie il rientro a casa è spesso traumatico, in particolare nel giardino e nell’orto oltre alle piante sofferenti per la mancanza di acqua ci ritroviamo invasi dall’erbaccia proprio nel periodo dove si preparano i raccolti per tutto il resto dell’anno.

Cominciamo i lavori in giardino ripulendo le bordure dal secco (senza potare) e tagliando il prato, teniamo un taglio piuttosto alto per non rovinare il manto erboso che già soffre per il caldo e la siccità, spargiamo un po’ di concime organico senza esagerare per non “bruciare” l’erba.

Poche piante fioriscono in Luglio/Agosto, tra queste le Ortenzie, gli Ibiscus, la Lagestroemia, il Mirto e l’Oleandro che continueranno a fiorire fino a Ottobre mentre le rose si prendono una pausa per rifiorire a Settembre.

Nell’orto iniziamo estirpando le erbacce, se possibile bruciandole o portandole nei cassonetti per il riciclo dei materiali organici. Una volta ripulito l’orto, stabiliamo quali piante mantenere e quali eliminare, per esempio leghiamo i pomodori, li concimiamo e sarchiamo il terreno intorno in modo che riprendano a vegetare e a dare frutto, lo stesso si fa per peperoni e melanzane, queste ultime ghiotte di concime organico. Se zucchine e cetrioli non stanno bene dobbiamo sostituirli con nuove piantine che produrranno fino a Ottobre.

Raccogliamo le patate che potremo conservare al buio fino all’inverno, in questo periodo maturano anche pesche e susine, fragole e lamponi.

Nelle zone liberate prepariamo il terreno con una vangatura leggera a cui aggiungeremo dello stallatico fresco, affiniamo la terra e predisponiamo le praci per le nuove semine e le nuove piantine.

Non lavorate la terra se troppo secca, magari lo faremo dopo un temporale estivo.

Piantiamo a questo punto, oltre le nuove zucchine e cetrioli, cavolo nero, cavolo bianco, broccoli, gobbi e finocchi. A questo punto l’orto comincerà a riprendere un bell’aspetto che completeremo con insalata scarola, lattuga, canasta oltre a radicchio rosso a palla.

Seminiamo radicchio, rucola, bietole e bietole rosse, fagiolini, fagioli, ravanelli, prezzemolo, spinaci. Per le semine, a parte gli spinaci che si possono seminare a luna crescente, consiglio di aspettare la luna calante per tutti gli altri.

Luna crescente dal 3 al 17 Agosto

Luna calante dal 19 al 31 Agosto.

La pianta del mese: la melanzana. (Solanum melogena)

In questo periodo le piante di questo ortaggio sono normalmente in pieno rigoglio: la pianta completamente sviluppata e piena di melanzane e di fiori è un vero spettacolo, è una pianta che ama il caldo (non sopra i 35 gradi) e che preferisce un terreno ben concimato, non è necessario innaffiarla ogni giorno ma sono sufficienti due volte a settimana.

La melanzana si presta a molti usi in cucina, le ricette più conosciute sono: melanzane ripiene, pasta alle melanzane, melanzane gratinate, alla griglia e melanzane alla parmigiana.

 

Buon post-ferragosto e buoni raccolti a tutti.

Franco l’ortolano

FacebookTwitterGoogle+Share