FacebookTwitterGoogle+Share

Difficilmente in questo sito di meteo amatoriale scomodiamo questi termini spesso abusati altrove. Ma stavolta il termine “gelido” ci sta tutto poiché l’aria artica continentale che affluirà dalla mattinata di giovedì sarà veramente tosta! Nella giornata di venerdì (ma anche sabato) le massime anche in città potrebbero attestarsi agli 0° o poco sopra e anche le minime saranno ben fredde (anche se per il momento nulla di eclatante, almeno venerdì e sabato, per la presenza di vento o un po’ di nuvolosità). In quota, a 1500 m, dovrebbe arrivare la isoterma -12 / -13 sulla libera atmosfera,  che è un valore per nulla consueto per le nostre zone. La neve? la nostra zone si troverà nettamente sottovento (correnti nord orientali) ma molti modelli matematici vedono comunque qualche sconfinamento umido dal versante opposto. Alcuni modelli ad area limitata piazzano qualche debole precipitazione (ovviamente nevosa a tutte le quote) fra Umbria, Aretino (specie zone ad est) Romagna, Appennino. Ricordiamoci che è una avvezione artica e non polare continentale (in questo ultimo caso massa d’aria gelida, ma secchissima), quindi con un certo spessore.

Sotto: le grafiche relative all’altezza isobarica 700 hpa con umidità relativa a quella quota (sconfinamenti umidi, zone viola)

rh700z1_web_58

il wrf relativo alle precipitazioni possibili di giovedì pomeriggio / sera

prec_6h_054

le isoterme alla quota isobarica di 850 hpa (1500 metri)

zt850z1_web_23

Alessandro Nardi

FacebookTwitterGoogle+Share