FacebookTwitterGoogle+Share

Ottobre generalmente è uno dei mesi più piovosi dell’anno, perlomeno questo è quello che dicono le medie trentennali. Questo ottobre 2017 sta andando decisamente in maniera diversa.

Ma 25 anni fa, l’ottobre 1992, è entrato nella storia climatica della nostra provincia (e non solo). Ci furono piogge continue e anche abbondanti, enormemente superiori alle medie; l’ottobre di 25 anni fa è stata l’ultima volta in cui il fiume Arno ha fatto veramente paura, esondando in molti punti sui campi e soprattutto nei paesi in riva al fiume. Numerosi allagamenti non solo in Casentino e in Valdarno, ma anche sul resto del percorso dell’Arno.

Dopo un intero mese estremamente piovoso, con seri rischi già tra i giorni 21 e 22, il maltempo ebbe l’apice a fine mese: tra il 30 e la mattina del 31 ottobre, si verificarono piogge superiori ai 100 mm in 24 ore e i terreni erano già saturi di acqua. La situazione fu di vera emergenza: tanti fossi e torrenti strariparono e in più c’era paura per il Fiume Arno, lungo tutto il suo percorso.

In Casentino il paese di Rassina, che si trova proprio in riva al fiume, fu quello più colpito, l’Arno superò gli argini e allagò parte del paese. Tutti gli altri paesi lungo il corso del fiume rischiarono l’alluvione: Ponte a Poppi, Corsalone, Santa Mama, Subbiano, Capolona, ecc.

Qui un’immagine della località di Ponte Caliano, paese lungo l’Arno che si trova accanto a Capolona; incredibile il livello raggiunto dalla piena. Questa immagine l’ho estratta da un video che potete vedere tra poco.

Sotto potete vedere delle immagini dell’Arno a Rassina, immagini che furono fatte dal Sig. Giuliano Pietrini di Castel Focognano. Ringraziamo il Sig. Pietrini per averci concesso alcune delle sue immagini che testimoniano la piena dell’Arno, Arno che come potete vedere superò il muro di protezione allagando parte del paese di Rassina.

Ora vi mostro i dati sulle piogge avute in quel mese di ottobre 1992, metto solo i totali mensili e i giorni di pioggia, ci sarebbe anche altro da dire. Come detto, l’apice delle piogge fu a fine mese, quando alcune località superarono i 100 mm in 24 ore, altre località invece ebbero piogge più forti in altri giorni, in particolare tra i giorni 21 e 22.
Il totale mensile mostra dei dati incredibili, specie se pensiamo a come sta andando questo ottobre con piogge quasi nulle. Metto anche i dati di alcune località molto vicino alla nostra provincia di Arezzo.

Montemignaio 687.0 mm – 24 giorni di pioggia
Vallombrosa (FI) 648.2 mm – 23 giorni di pioggia
Campigna (FC) 631.6 mm – 26 giorni di pioggia
Montecoronaro (FC) 631.0 mm – 23 giorni di pioggia
Badia Prataglia 615.8 mm – 24 giorni di pioggia
Eremo di Camaldoli 613.8 mm – 25 giorni di pioggia
Consuma 610.4 mm – 23 giorni di pioggia
Santuario della Verna – 609.2 mm – 25 giorni di pioggia
Pieve Santo Stefano 595.7 mm – 21 giorni di pioggia
Vallucciole 594.6 mm – 25 giorni di pioggia
Pian di Scò 585.8 mm – 22 giorni di pioggia
Verghereto (FC) 578.6 mm – 21 giorni di pioggia
Stia 577.0 mm – 22 giorni di pioggia
Ortignano 571.0 mm – 23 giorni di pioggia
Salutio 561.6 mm – 22 giorni di pioggia
Bagno di Romagna (FC) 539.2 mm – 19 giorni di pioggia
Bibbiena 489.2 mm – 21 giorni di pioggia
Loc. Renacci (San Giovanni Valdarno) 438.8 mm – 23 giorni di pioggia
Loro Ciuffenna 423.0 mm – 24 giorni di pioggia
Laterina 402.0 mm – 21 giorni di pioggia
San Giovanni Valdarno 389.0 mm – 19 giorni di pioggia
Montevarchi 381.0 mm – 23 giorni di pioggia
Sansepolcro 318.6 mm – 21 giorni di pioggia
Bucine 299.7 mm – 20 giorni di pioggia
Badia Agnano – 299.2 mm – 20 giorni di pioggia
Toppole 284.6 mm – 19 giorni di pioggia
Puglia 280.8 mm – 18 giorni di pioggia
Palazzo del Pero 276.4 mm – 23 giorni di pioggia
Monte San Savino 263.6 mm – 18 giorni di pioggia
Arezzo 252.6 mm – 22 giorni di pioggia
Monterchi 248.8 mm – 12 giorni di pioggia
Petrelle (PG) 240.0 mm – 11 giorni di pioggia
Anghiari 204.6 mm – 18 giorni di pioggia
Cortona 194.4 mm – 20 giorni di pioggia
Foiano della Chiana 157.8 mm – 16 giorni di pioggia
Capezzine 155.6 mm – 17 giorni di pioggia
Bettolle (SI) 153.8 mm -18 giorni di pioggia
Castiglion Fiorentino 129.2 mm – 17 giorni di pioggia

Per giorno di pioggia si intende pioggia minima di 1.0 mm. Per far capire l’incredibile pioggia avuta, basti pensare che l’Eremo di Camaldoli in ottobre ha una media mensile di 158 mm, mentre in quell’ottobre 1992 ebbe ben 613.8 mm!!
Esistono anche dei dati idrometrici, ma non essendo i valori massimi raggiunti non sono molto significativi, quindi evito di metterli.

Sotto metto alcuni impressionanti video che ho trovato che testimoniano le piene avute.

Questa la situazione dell’Arno a Capolona e Ponte Caliano la mattina del 31 ottobre.

Questa la situazione dell’Arno nella zona di Montevarchi e l’acqua dell’Arno all’uscita dalla Diga di Levane.

Tra i vari danni avuti, da ricordare una frana piuttosto grossa che avvenne in Casentino in località Spedaletto, lungo la SR71 che restò chiusa per un paio di giorni; oggi non si nota più, la frana è ricoperta dalla vegetazione.
Sul Torrente Corsalone alcune cascate crollarono e furono completamente sbriciolate dalla furia dell’acqua, alcune poi sono state ricostruite; fortunatamente ressero le due più importanti e conosciute, quella di Ponte Rosso e quella della Steccaia, note zone usate da sempre dalla gente per fare un bagno fresco in estate.

Negli anni seguenti gli argini dell’Arno furono alzati in più punti, a Rassina e Santa Mama sono stati costruiti dei veri muraglioni a protezione delle abitazioni.
Nonostante i miglioramenti agli argini, non possiamo sapere quanto saremo preparati se al giorno d’oggi ricapitassero piogge continue come quelle dell’ottobre 1992, da allora un evento del genere non è più successo.
Sicuramente sarà notevolmente più semplice il monitoraggio, considerando le tante stazioni pluviometriche e idrometriche automatiche che sono sparse in giro, i cui dati si aggiornano in tempo reale o con soli pochi minuti di ritardo. Lo scorso novembre ne abbiamo avuto un esempio, con i corsi d’acqua che salirono molto, ma era prevedibile guardando le precipitazioni che stavano avvenendo.

Finiamo questo report sull’evento dell’ottobre 1992 dando uno sguardo a quanto avvenne sul resto della Toscana. Ci furono esondazioni e danni in molte zone della regione, tutto il bacino dell’Arno fu coinvolto.

Cliccando qui potete leggere alcuni dettagli sulla situazione critica del 22 ottobre.

Cliccando qui invece potete leggere alcuni dettagli sulla situazione critica del 31 ottobre.

Qui un video che mostra la piena dell’Arno a Pisa il 22 ottobre, a protezione della città furono messe paratie e sacchi di sabbia!

Da ricordare infine in provincia di Prato la devastante alluvione a Poggio a Caiano, con il Torrente Ombrone che a tarda sera del 30 ottobre ruppe l’argine e nella notte devastò gran parte del paese.

 

Simone Paolucci

FacebookTwitterGoogle+Share