Neve sulle “montagne modeste”

Le “montagne modeste”, così potremo chiamare le piccole vette montuose del sud della provincia, si prendono diciamo una “rivincita nevosa” rispetto alle più alte e famose montagne del nord provincia. La perturbazione di ieri ha interessato soprattutto la parte sud della provincia e in quota ha nevicato, un buon accumulo di neve considerando che nessuna di queste montagne arriva a 1100 m di quota, le vette più alte superano di poco i 1000 m.

Questi i valori di neve che ho rilevato nel giro fatto questa mattina:

Monte Favalto 19 cm a quota 987 m
Monte Ginezzo 17 cm a quota 920 m (vetta)
Monte Castel Giudeo – Monte Traforata 22 cm a quota 950 m
Località Novelle (Cortona) 15 cm a quota 810 m
Località Portole (Cortona) 14 cm a quota 830 m
Località Poggioni (Cortona) 10 cm a quota 690 m

Valori significativi se pensiamo che ci sono solo 6 cm di neve ai 1111 m dell’Eremo di Camaldoli.

Da segnalare anche la temperatura minima di stamani di -3.4°c a Mercatale (318 m) in Val di Pierle, valore che tra le vallate è stato il più freddo in provincia, più freddo anche del noto Palazzo del Pero e delle valli del Casentino!

Passiamo ora alle belle immagini nevose di queste “montagne modeste”, che si trovano tra i comuni di Arezzo, Castiglion Fiorentino e Cortona. Da notare che queste immagini sono scattate tutte sotto i 1000 m di quota, l’altezza massima che ho raggiunto è stata 987 m.

Queste sono della zona del Monte Favalto (Monte Dogana – Rassinata), nel comune di Arezzo.

Una vista verso le montagne di Cortona.

Andando verso le montagne di Cortona, interessante notare la neve al suolo fin sui 338 m della località di Ansina, nella valle del Torrente Nestore, dove ho scattato questa foto. Qui il torrente segna il confine tra comune di Arezzo e comune di Cortona.
Notevole se pensiamo che la quota di questa località è di pochi metri maggiore di quella della città di Arezzo (la parte alta di Arezzo, alla Fortezza, è 318 m).

Queste immagini sono tutte scattate nel comune di Cortona.
Qui, nella prima immagine, località Novelle (quota 810 m), con 15 cm di neve.

La vista verso la montagna dell’Alta Sant’Egidio, che con i suoi 1056 m è la vetta più alta del comune di Cortona.

Il Sant’Egidio però dal versante opposto è esposto alla Valdichiana, in genere ci fa un po’ meno neve rispetto al duo di quota analoga Monte Castel Giudeo (1037 m) – Monte Traforata (1030 m), che sono più riparati e esposti ed est ed è qui che ho scattato queste belle immagini, con 22 cm di neve a quota 950 m e in diversi punti il vento aveva accumulato ben più neve.

Qui un viale di una casa.

Qui la vista verso il Lago Trasimeno.

Infine l’ultima montagnetta dove sono arrivato, il Monte Ginezzo (928 m) dove della vetta si può vedere un bel panorama sulla Valdichiana, sul Lago Trasimeno e con buone condizioni si vedono bene anche i Monti Sibillini dell’Appennino umbro-marchigiano.

Un’ultima immagine dal Ginezzo verso le altre montagne del comune di Cortona, con il Sant’Egidio (1056 m) a sinistra e la coppia Monte Castel Giudeo (1037 m) – Monte Traforata (1030 m) al centro.

Simone Paolucci

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.