FacebookTwitterGoogle+Share

MS_1244_ens

 

Fino a ieri pensavamo che nel prossimo fine settimana potesse verificarsi un deciso break a questa fase estiva molto calda, con netto calo termico e forse qualche temporale, almeno lungo l’Appennino. Invece sembra che la saccatura atlantica, invece di infilarsi sul bacino centrale del Mediterraneo coinvolgendo la nostra penisola (o almeno in parte), sfili sull’Europa centro orientale, senza affondare in senso meridiano. Morale delle favola, cambierà poco o nulla. Assisteremo ad un generale ricambio di aria, con temperature meno calde (un semplice rientro nelle medie), un po’ di ventilazione e probabile assenza di precipitazioni. Almeno questo evidenzia la modellistica stamani. Dopo questo illusorio ricambio di aria, senza fenomeni di rilievo, tutto molto probabilmente ritornerà come prima, ovvero aumento del caldo fino a valori sopra le medie con tempo sempre soleggiato e stabile.

Alessandro Nardi

FacebookTwitterGoogle+Share