FacebookTwitterGoogle+Share

Fase di tempo freddo quello che abbiamo avuto in questi giorni, basti pensare che era stato più caldo nei giorni intorno a Natale!
Un’ondata fredda sicuramente intensa per il periodo; il fatto poi che la primavera fosse in fase avanzata, per via dei due mesi e mezzo di temperature sopramedia che abbiamo avuto in precedenza, non ha giovato alle piante da frutto. Ci sono già notizie di danni, anche se ancora è presto per vedere la gravità.

Stanotte ultima nottata fredda, poi le temperature in quota aumenteranno e dovrebbe essere scongiurato il rischio di ulteriori minime negative. In alcuni fondovalli freddi come a Palazzo del Pero si sono avuti 4 giorni consecutivi con temperatura minima negativa e domani mattina sarà il 5° giorno.

Anche le temperature massime sono state fresche nonostante il sole sia stato presente a lungo durante le giornate, ma è nelle temperature minime che si sono registrati valori degli di un periodo da pieno inverno.

Questi i valori più bassi avuti in varie località. Nel caso in cui domani mattina questi valori venissero ulteriormente ritoccati questo articolo verrà prontamente aggiornato.

Monte Falco (1628 m) -6.4°c
Prati della Burraia (Rifugio CAI Città di Forlì – 1440 m) -5.1°c
Palazzo del Pero (408 m) -4.5°c
Monterchi (309 m) -3.9°c
Ortignano (346 m) -3.7°c
Loc. Campi di Bibbiena (362 m) -3.7°c
Loc. Chiani (280 m) -3.4°c

Sansepolcro (312 m) -3.0°c
Ponte a Poppi (339 m) -2.9°c
Salutio (326 m) -2.8°c
Eremo di Camaldoli (1111 m) -2.7°c
Cesa in Valdichiana (246 m) -2.6°c
Soci (383 m) -2.5°c
Pieve Santo Stefano (Cerbaiolo – 750 m) -2.4°c

Bibbiena (345 m) -2.3°c
Stia (435 m) -2.2°c
Zoo di Poppi (417 m) -2.1°c
Santuario della Verna (1120 m) -2.0°c
Consuma (955 m) -1.9°c
Arezzo AM (Molin Bianco – 248 m) -1.8°c

Questi sono stati i valori più bassi, ma molte altre località sono andate sotto lo zero.

Da segnalare ovviamente anche la neve avuta tra il pomeriggio di martedì 18 e la mattina di mercoledì 19, neve che ha imbiancato fin sui circa 750 m in Casentino e Valtiberina. La forestale ha segnalato 10 cm di neve all’Eremo di Camaldoli (1111 m) la mattina del 19.

Circa 15-20 cm di neve sono sicuramente caduti oltre i 1400 m nel crinale tra il Monte Falco – Falteriona e Camaldoli.
Sotto delle belle immagini fatte la mattina di mercoledì 19 dal nostro amico e collaboratore Carlo Brezzi di Stia.

Qui la zona del Monte Falco (1658 m) – Falterona (1654 m).

neve aprile 1

Monte Falterona (1654 m).

neve aprile 4

Zona Monte Falco – Poggio Sodo dei Conti. Il Rifugio militare è quota 1565 m.

neve aprile 5

Crinale tra il Passo della Calla e Poggio Scali (1520 m).

neve aprile 2

Poggio Scali (1520 m).

neve aprile 3

Infine, qualche scatto delle nostre webcam sul Monte Falco.

neve aprile 6

neve aprile 7

neve aprile 8

neve aprile 9

Simone Paolucci

Ultima modifica all’articolo: 22 aprile 2017.

FacebookTwitterGoogle+Share