FacebookTwitterGoogle+Share

Stamani le temperature minime sono state decisamente fredde nelle vallate più soggette all’inversione termica. Sia chiaro siamo lontani da valori da freddo record per il mese di settembre, ma sicuramente è interessante questo freddo se pensiamo che circa un mese e mezzo fa eravamo a boccheggiare con oltre 40°c di temperatura massima.
Questi i valori minimi più bassi registrati stamani.

Palazzo del Pero (410 m) +2.1°c
Ortignano (San Piero in Frassino – 346 m) +2.5°c
Mercatale di Cortona (318 m) +2.7°c
Monterchi (309 m) +3.0°c
Loc. Campi di Bibbiena (362 m) +3.3°c
Loc. Chiani (280 m) +3.5°c
Soci (383 m) +3.6°c
Stia (435 m) +3.6°c
Prato di Stada (Castel San Niccolò – 394 m) +3.7°c
Salutio (326 m) +3.8°c
Bibbiena (345 m) +3.9°c
Zoo di Poppi (417 m) +4.2°c
Ponte a Poppi (339 m) +4.3°c
Pratovecchio (440 m) +4.3°c

La città di Arezzo ha avuto temperatura minima +5.8°c alla stazione meteo ufficiale di Molin Bianco (248 m).

Con cielo sereno e calma di vento probabile temperature minime fredde nelle vallate anche domani mattina, anche se leggermente più alte rispetto a stamani.

Questa la mappa con le temperature teoriche a 850 hPa alle ore 5 di ieri 20 settembre, quando in quota c’è stata la fase più fredda con l’arrivo della termica della +2/+3° a quota 1440 m.

E difatti la stazione meteo al Rifugio CAI città di Forlì sui Prati della Burraia a quota 1440 m ieri ha registrato una minima di +2.2°c. Non ci sono state precipitazioni, avute invece nelle vicinanze, se fossero arrivate avrebbe certamente imbiancato oltre i 1500 m di quota sul Monte Falco – Falterona (vetta 1658 m), dato che con le precipitazioni la temperatura sarebbe scesa ulteriormente. L’ultima nevicata con accumulo a settembre sull’Appennino tosco-romagnolo risale a 10 anni fa, al settembre 2007.

 

Simone Paolucci

FacebookTwitterGoogle+Share