FacebookTwitterGoogle+Share

 

Medio / lungo termine: cosa ci aspetta? Probabilmente sarà ancora l’atlantico protagonista con veloci correnti nord occidentali, anche ben tese, che arrivano praticamente dal Labrador / Groenlandia fino a giungere alla nostra penisola. mosse da una depressione Islandese (la cosidetta “semipermanente) molto attiva e profonda. Ovviamente il fatto che le correnti arrivino dalle zone citate non vi deve far pensare che si tratti di aria gelida poiché deve attraversare un tratto di Oceano non indifferente ….e se all’inizio parte ben fredda arriva certamente ben stemperata. Quindi dovremo aspettarci, la prossima settimana un tempo ben variabile e dinamico, con perturbazioni e corpi nuvolosi più o meno incisivi, a seconda si come queste correnti riescono a penetrare nel bacino centro occidentale del Mediterraneo. Da notare la disposizione dell’anticiclone delle Azzorre un po’ invadente e l’anticiclone Russo che non permette alle correnti atlantiche di andare troppo ad est. Dal punto di vista termico non dovrebbe far troppo freddo con sbalzi non certamente accentuati.

Alessandro Nardi

FacebookTwitterGoogle+Share