Freddo in arrivo dal 2 gennaio

Maggiori certezze questa mattina circa l’avvezione fredda di origine artico-marittima (almeno inizialmente sarà questo tipo di massa d’aria che ci interesserà) che prenderà piede a partire dalla sera del 2 gennaio. Tutto questo sarà possibile per una maggiore disposizione per meridiani del vasto anticiclone di blocco che imperversa ormai da molti giorni poco ad ovest della nostra penisola (massimi posizionati fra Francia, Spagna e UK). Va detto subito che il target principale dell’avvezione fredda sarà la penisola Balcanica, Est Europa e settori adriatici e meridionali della nostra penisola (come si può dedurre dalle immagini, una riferita alla quota isobarica di 500 hpa e l’altra alla quota isobarica di 850 hpa), quindi possiamo dedurre che per la nostra regione si tratterà di una ondata di freddo sterile (da valutare più avanti eventuali precipitazioni nevose sui settori Appenninici che ovviamente guardano la Romagna). L’avvezione sarà di tutto rispetto con isoterma a 850 hpa che potrebbe toccare i -10° su alcune zone del tratto peninsulare e che comunque con la -5° e oltre ad interessare la maggior parte del territorio della nostra penisola. Le nevicate potrebbero toccare i tratti costieri del medio basso adriatico anche se questo tipo di valutazioni è bene farle fra un paio di giorni.

Alessandro Nardi

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.