Tendenza per i prossimi giorni.

Il mese di luglio (dati alla mano delle medie storiche) si presenta come uno dei mesi più stabili e meno piovosi dell’anno, almeno sulla nostra regione. Gli accumuli pluviometrici sono dovuti in gran parte ad episodi di instabilità, a temporanei break alla stagione estiva che si risolvono in pochi giorni, ben più difficilmente a veri e propri passaggio frontali, come possiamo verificare in autunno. Così sembra avvenire anche nei prossimi giorni. L’anticiclone delle Azzorre, o meglio, la sua “ala”orientale, da oggi fino a martedì/mercoledì si porterà a ridosso della nostra penisola regalando tempo sostanzialmente soleggiato con episodi di instabilità pomeridiana solo nelle zone interne e più montuose. A partire da martedì dovremo monitorare lo stacco di una depressione nord Europea che si farà strada dalla Scandinavia per portarsi poi mercoledì a ridosso dell’arco Alpino. Sembrerebbe puntare la nostra penisola…..ma…..ma sembra incartarsi sul più bello. Questo poiché nel Mediterraneo assisteremo ad un aumento deciso dei geopotenziali ovvero molto probabilmente vedremo la rimonta di un promontorio di alta pressione. La depressione sarà costretta ad allontanarsi più verso est. Da quello che possiamo capire la manovra sembrerebbe andare in porto, con continuazione del tempo stabile e forse progressivamente più caldo (almeno al centro e al sud).

Alessandro Nardi

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.