FacebookTwitterGoogle+Share

 

Vediamo una ipotesi contemplata da alcuni modelli matematici questa mattina. Premettiamo che si tratta di una proiezione a 7 giorni, quindi attendibilità bassa, molto bassa. In teoria non la dovremo nemmeno esporre, ma visto che nel breve / medio termine c’è poco da dire, ci lanciamo su quello che da molti viene definito, non a torto, “fantameteo”. A livello di circolazione Europea vediamo tre figure bariche molto importanti, soprattutto per la loro posizione.
1) Alta pressione delle Azzorre defilata nella sua zona di origine ovvero in pieno Oceano Atlantico
B) Una vasta aria di alta pressione presente sulla penisola Scandinava (pattern Scand +), questa sarà probabilmente in formazione nei prossimi giorni, se i modelli matematici non prendono un abbaglio.
C) Depressione Islandese molto attiva e profonda, con strada spianata verso il Mediterraneo centro occidentale, poiché nelle nostre zone non è certo presente un campo di alta pressione ben strutturato.
Ricapitolando: la depressione atlantica invierà correnti temperate verso sud est e probabilmente una perturbazione (vettori Azzurri), l’alta pressione Scandinava con il suo moto orario veicolerà aria fredda di origine continentale verso l’Europa centro occidentale (e in parte anche verso la nostra penisola). Ci sarà da capire (sempre se questa proiezione risulterà attendibile) quale di queste due circolazioni opposte prevarrà, ovvero quella più temperata zonale atlantica oppure quella fredda antizionale orientale e dove sarà il punto di scontro. Al di là degli effetti, una configurazione molto interessante specie in questa stagione che potrebbe avere dei risvolti nevosi specie nelle regioni settentrionali.

Alessandro Nardi

FacebookTwitterGoogle+Share