Anno nuovo che inizia con il freddo in arrivo.

Siamo già a mercoledì sera…..prime ore di giovedì. Come potete notare dalla immagine che alleghiamo, riferita alle temperature della libera atmosfera prese alla quota isobarica di 850 hpa (1500 m circa, talvolta anche più in basso), l’aria fredda di estrazione artico-continentale ha preso la nostra regione, con punte di -8° sulle zone Appenniniche e orientali. Isoterma che avrebbe permesso tranquillamente la neve anche in pianura ma la massa d’aria si presenta secca e senza il contributo umido che solo una depressione posizionata sul Tirreno avrebbe potuto dare. Oltre ad essere secca, deve pure passare gli Appennini che contribuiscono a seccare ulteriormente la massa d’aria (che comunque un po’ di umidità l’acquista passando da mar Adriatico). L’avvezione fredda (non certo da record, teniamo a precisare!!!) sarà preceduta questa notte su mercoledì da una temporanea avvezione di aria più mite e umida proveniente da ovest, cosa che accade di normale quando una saccatura si approssima all’arco Alpino. Da tenere conto, questa notte, dell’arrivo di nuvolaglia bassa che potrebbe provocare qualche pioviggine qua e la. Ci attende quindi una settimana piuttosto fredda ma asciutta (salvo colpi di scena che nella meteo sono sempre possibili).
Alessandro Nardi.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.