Fase primaverile fra martedì e giovedì.

L’immagine che vi mostriamo parla molto chiaro. E’ centrata per lunedì ma riassume quello che stiamo vivendo da molti giorni (se non settimane) ovvero un solido anticiclone centrato sull’Europa centro-occidentale che funge da blocco insormontabile all’arrivo delle piovose perturbazioni atlantiche. Di tanto in tanto sposta il suo asse più a nord o leggermente più ad ovest e in questo modo facilita il transito di correnti fredde o molto fredde dai quadranti nord orientali che vanno ad interessare i settori più esposti della nostra penisola ovvero quelli adriatici (dalla Marche verso sud) e le nostre regioni meridionali.
Lunedì una modesta goccia fredda in quota (quella che abbiamo segnalato nella freccia) andrà temporaneamente a riattivare la situazione di maltempo in atto sulle estreme regioni meridionali per poi portarsi sul nord Africa. Da martedì fino a giovedì il campo di alta pressione porterà i sui massimi più verso la nostra penisola regalando un’altra fase che possiamo definire primaverile visto che oltre al tempo soleggiato (che per la nostra regione non sarà certo un novità) avremo temperature massime certamente consone al mese di marzo inoltrato con valori massimi che potrebbero tranquillamente portarsi oltre i 15° se non toccare localmente i 20°. Al momento non vediamo grossi sbocchi a questa situazione ormai incancrenita….forse venerdì è possibile il passaggio di una debole perturbazione che però non sembra apportare benefici in termini di precipitazioni che in molti si attendono.
Alessandro Nardi..

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.