7-11-2019

SITUAZIONE:

Breve pausa nel maltempo nella giornata odierna, fra una perturbazione e l’altra. Intanto, nella giornata di ieri grazie al passaggio di un nucleo più freddo in quota, oltre allo scoppio di qualche temporale abbiamo avuto le prime nevicate sulle cime Appenniniche. Fra stanotte e venerdì subiremo il passaggio di una ennesima perturbazione atlantica che al momento è posizionata sulla Francia, con nuove precipitazioni a tratti anche intense.

DETTAGLIO PREVISIONALE

GIOVEDI‘: al mattino parzialmente nuvoloso con possibilità di formazioni nebbiose sulle vallate. Anche nel resto della giornata avremo condizioni di cielo parzialmente nuvoloso o irregolarmente nuvoloso ma con basso rischio di precipitazioni. Verso sera aumenta la nuvolosità da ovest. Ventilazione da ovest debole, temperature minime in netto calo, massime in ripresa con valori intorno ai 15-16 gradi.

VENERDI‘: nuovo peggioramento già dal primo mattino. Cielo molto nuvoloso o coperto con piogge diffuse anche a carattere di forte rovescio. Nel pomeriggio / sera ancora instabile ma con rovesci più intermittenti. Nella sera non si esclude qualche nevicata sulle cime Appenniniche. Temperature massime in calo. Ventilazione meridionale nella prima parte di giornata.

SABATO: tempo incerto e variabile con piovaschi o rovesci di breve durata non esclusi. Temperature senza grosse variazioni

EVOLUZIONE SUCCESSIVA:

Domenica dovrebbe entrare una nuova depressione Atlantica ma forse andrà a posizionarsi un po’ più a sud ovest rispetto alla nostra regione. Quindi, in questo senso, la prognosi del nuovo peggioramento è un po’ incerta al momento. Il periodo comunque rimarrà favorevole all’entrata di perturbazioni Atlantiche nel Mediterraneo.

Ricordiamo all’utenza che le nostre previsioni sono del tutto amatoriali, che non emettiamo mai allerte che sono di esclusiva pertinenza degli organi preposti e che le nostre rimangono previsioni fatte da appassionati. Una previsione meteo non è un certezza meteo.

Giovedì 7 novembre 2019 ore 7:05 by Alessandro Nardi

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.