Ancora fase estiva senza eccessi di caldo.

Buongiorno a tutti e buon sabato.

Parliamo del tempo di questo fine settimana che in Toscana non subirà particolare sussulti se non in un rinforzo della ventilazione da grecale a partire da domenica e un certo ridimensionamento termico per l’entrata, appunto, di correnti più fresche dai quadranti nord orientali.

Come potete vedere da una delle due grafiche questa sera assisteremo al passaggio di un fronte freddo nord atlantico che avrà però i maggiori effetti su area Balcanica ed Europa Orientale (che sarà poi la destinazione principale del fronte).

Durante questo passaggio, però, affluirà aria più fresca che renderà instabile l’atmosfera sulle regioni del nord est ed Emilia Romagna e a seguire gli altri settori adriatici ma in tono molto minore.

Per la nostra regione non vedremo grossi effetti … se non l’aumento delle nubi sui settori Appenninici con la possibilità di qualche rovescio, ma solo sui settori confinali e zone regionali che guardano l’Emilia Romagna.

Riepilogando:

Sabato: cielo sereno o poco nuvoloso con passaggio di qualche velatura. Ventilazione debole da ovest con qualche modesto rinforzo sui crinali Appenninici. Verso sera aumentano le nubi su zone appenniniche e vallate adiacenti. Possibilità di qualche rovescio o temporale ma solo su queste zone. Altrove cielo poco nuvoloso. Medesima situazione nella notte su domenica quando cominceranno a spirare venti di grecale. Temperature massime calde ma senza eccessi,comunque sopra i 30 gradi con picchi sulle pianure interne.

Domenica: al mattino residua nuvolosità su aree Appenniniche e confinali con Romagna e Marche, per il resto cielo sereno o poco nuvoloso con qualche addensamento convettivo pomeridiano fra senese e grossetano. Ventilazione da grecale vivace. Temperature massime in calo, anche sotto i 30 gradi specie nelle zone più interne e conche Appenniniche.

Lunedì: sereno o poco nuvoloso, con possibile passaggio di qualche velatura. Temperature minime in netto calo specie sulle conche Appenniniche con valori anche piuttosto freschi, massime in lieve aumento con  valori estivi ma caldo senza eccessi.

Nel proseguo della settimana sembrerebbe che i geopotenziali non siano particolarmente elevati e mercoledì una nuova saccatura atlantica possa avvicinarsi all’area Alpina, vedremo con quali conseguenze.

Per il momento abbiamo avuto un estate tutto sommato senza particolari eccessi di caldo, con la quasi totale assenza del promontorio stabilizzante africano e l’alta pressione ha avuto spesso una componente oceanica con disposizione per paralleli. Dominio anticiclonico fra l’altro spezzato da veloci  break più freschi con episodi di instabilità specie al nord.

Alessandro Nardi

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.