Cambiamento del tempo a ridosso del Natale???

Buongiorno a tutti!
sulla nostra regione da un po’ di giorni e presente un promontorio di alta pressione che provoca stabilità del tempo con perturbazioni atlantiche che non riescono ad entrare sui nostri settori. Come spesso succede in inverno o nella stagione autunnale alta pressione non è sempre sinonimo di tempo soleggiato. Nelle zone pianeggianti abbiamo spesso a che fare con inversioni, nebbie e passaggio di stratificazioni nuvolose medio basse. Se poi la disposizione dell’asse di promontorio è tale da far arrivare correnti umide da sud ovest tutto quello che abbiamo scritto viene amplificato.
Se diamo un occhio al satellite vediamo che fra Francia e Spagna abbiamo un fronte atlantico che sembrerebbe così a prima vista poter raggiungere la nostra penisola. Tale fronte verrà però reso innocuo (frontolisi) dalla presenza, appunto, di pressioni medio alte sulle nostre zone.
Da oggi fino a mercoledì avremo poche variazioni a quanto detto. Saranno delle giornate almeno meteorologicamente un po’ noiose e uggiose, con cieli spesso grigi o con nebbie presenti nelle zone pianeggianti, qualche fase con cielo più aperto e quindi con maggiore soleggiamento in un contesto termico abbastanza temperato.
Stamani più che soffermasi su questa fase vogliamo puntare lo sguardo sui giorni di Vigilia, Natale e Santo Stefano che sono quelli dove è rivolta l’attenzione un po’ di tutti. Come possiamo vedere dalle nostre grafiche il tempo dovrebbe cambiare. Tutto ciò sarà reso possibile per una disposizione più meridiana dell’anticiclone delle Azzorre e la contemporanea discesa di una saccatura nord atlantica accompagnata da aria artico-marittima. Almeno da quello che possiamo vedere fino a stamani il target dovrebbe essere il Mediterraneo centrale e quindi la nostra penisola. Se così fosse, ci attendiamo un peggioramento del tempo con netto calo termico e presumibile ritorno della nevicate sui rilievi.
Questa al momento è una tendenza che di giorno in giorno risulta essere sempre più credibile anche se risulta impossibile ancora entrare nei dettagli.
Alessandro Nardi
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.