Consigli utili di guida sulla neve!

Avevamo già fatto questo articolo in passato, adesso che si avvicina la stagione invernale lo ripubblichiamo con l’aggiunta di ulteriori interessanti dettagli.

L’inverno si avvicina e con esso anche il rischio delle nevicate, che causerebbero molti disagi, specialmente in città.
Quindi vi proponiamo (Simone Paolucci e Lorenzo Sestini) alcuni consigli utili in caso di strade innevate, frutto anche delle nostre esperienze personali. Ci dilungheremo molto, ma consiglio di leggere, perchè ci sono molte curiosità utili. Volendo ci sarebbero anche altri dettagli da aggiungere.

Partiamo dal fatto che noi che scriviamo questo articolo siamo abbastanza abituati a guidare sulla neve, infatti quando capitano nevicate andiamo in giro a fare fotografie, spesso anche nelle montagne del Casentino e Valtiberina, quindi sappiamo bene cosa voglia dire guidare sulla neve. Abbiamo a disposizione anche delle auto 4×4 con cui ci spostiamo con maggior sicurezza.

Partiamo dai consigli probabilmente più banali, ma è bene ricordarseli.
Guidare con calma, cioè non fare manovre brusche, frenare e accelerare dolcemente. Se la macchina non va perchè le ruote pattinano evitate di dare gas a manetta (come fanno spesso i “principianti” di guida sulla neve), perché è del tutto inutile. Se siete in piano, la macchina non va, e spalancate l’acceleratore, rischiate di peggiorare la situazione, perché se sulla strada la neve è alta, le ruote scavano una buca sulla neve e allora poi si che non uscite più! Come si può uscire da questa classica situazione?? Semplice, provate il buon vecchio sistema dei tappetini dell’auto messi sotto le ruote! Le ruote troveranno i tappetini, quindi avranno presa (grip) e la macchina ripartirà (questo nei casi con strada in piano, perché se la strada è in salita la macchina rischia di rifermarsi poco dopo). Ricordatevi poi di fermare la macchina in un punto migliore e riprendere i tappetini. Ovviamente, pur usando questo sistema, la macchina rischia di rimanere ferma se c’è molta neve sotto l’auto (perché la neve la fa alzare da terra).
Altra cosa importante, collegata al non dare gas a manetta: non state mai a numeri di giri del motore alti, ma state a un basso numero di giri, magari usando anche una marcia superiore. Infatti, più è alto il numero di giri, più le gomme tenderanno a pattinare!! E’ inutile dare tanta potenza alle ruote, perchè sulla neve l’aderenza è poca, quindi le gomme pattineranno!

Avere una buona potenza del motore può servire ??
Dipende dai casi, a volte può servire a volte è inutile!
In partenze da fermo su una salita, avere una grande potenza del motore non è di nessun aiuto, se bisogna prendere una salita con la rincorsa ovviamente si.

Probabilmente avrete notato in molti che la vecchia Panda 4×4 va molto bene sulla neve (fino a che non è tanto alta). Alcuni si potrebbero chiedere: come mai la vecchia Panda 4×4 va così bene sulla neve?
Ecco quali sono i vantaggi di un’auto sulla neve:
1. avere il 4×4;
2. peso leggero;
3. gomme strette;
4. baricentro non molto alto.

Come potete notare la vecchia Panda 4×4 ha tutte queste caratteristiche!
Questi vantaggi sono da intendersi in linea generale, con poca neve sulla strada (diciamo fino a 10 cm, quindi sono i casi maggiori). E’ chiaro che alcune cose dipendono dalle situazioni. Con neve alta, diciamo 30 cm, avere gomme strette diventa uno svantaggio, perchè la macchina tenderà ad affondare di più sulla neve e quindi c’è il rischio di rimanere bloccati. Per questo motivo in molti filmati dove fanno gare sulla neve si vedono auto con gomme enormi, servono per non affondare. Ma nei casi normali di neve sulle nostre strade è molto meglio avere le gomme strette!
Il baricentro basso serve per avere una buona tenuta su strada, ma ovviamente diventa un grosso svantaggio se la neve diventa più alta.
Il peso leggero con molta neve diventa uno svantaggio, perchè la macchina verrà sollevata dalla neve e quindi c’è il rischio di rimanere fermi.
Peso, che se è troppo leggero, diventa uno svantaggio in salita (questo su auto non 4×4) , perché in salita il peso è molto più sulla parte posteriore dell’auto. Un’auto in salita ha le ruote anteriori poco schiacciate a terra e quindi le ruote anteriori tenderanno a pattinare. Per questo motivo, in salita, è meglio un’auto a trazione posteriore piuttosto che anteriore!
Al contrario, in discesa è molto meglio essere con un’auto a trazione anteriore, perché in discesa il peso dell’auto va in avanti. E’ molto rischioso affrontare discese con un’auto a trazione posteriore!
Fate particolare attenzione ai tratti in discesa che presentano curve, perchè l’auto vi può sbandare un qualunque momento. Ovviamente più la discesa è ripida più diventa rischioso affrontarla. Le auto 4×4, in particolare quelle che dispongono delle marce ridotte, sono avvantaggiate, perchè possono usare il freno motore e quindi non si è costretti ad usare i freni.
Attenzione anche sulle salite: se una salita è ripida e vi fermate sulla salita (perché vi fermate volontariamente o perché l’auto non sale), occhio perché l’auto potrebbe pericolosamente scivolarvi all’indietro senza avere più modo di controllarla, con conseguenze anche gravi…

Da considerare il fatto che sulla neve a volte l’ABS non aiuta, ansi potrebbe peggiorare la situazione!
Ricordate inoltre che il ghiaccio è ancor più scivoloso e pericoloso della neve. Anche la neve battuta è più pericolosa rispetto alle neve fresca, perché tende a fare una patina di ghiaccio!

Per quanto riguarda la pressione delle gomme: con il freddo la pressione delle gomme tende a diminuire. Se con 20°c avete una pressione di 2 bar, con 0°c la pressione scende a circa 1.8 bar. Se siete in difficoltà, potete anche provare a sgonfiare un po’ le gomme. In questo modo l’auto avrà una maggiore presa a terra.

Altra cosa importante: avere un po’ d’occhio e buon senso: mentre nevica non mettetevi in viaggio se non è necessario o se siete consapevoli di non essere molto bravi; rischiate di fare dei danni a voi e agli altri. Si, perché su strade innevate il pericolo spesso può venire anche dagli altri.
Esempio: questa era la situazione al sottopassaggio vicino alla stazione di Arezzo la sera del 17 dicembre 2010, cliccate qui.

In questi casi basta un po’ di occhio, perché se non si dispone di un’auto o gomme adeguate, evitate (se possibile) i tratti in discesa e salita, quindi anche i sottopassaggi. In questo caso era possibile evitare il sottopassaggio, perché bastava fare Viale Mecenate e arrivavate ugualmente alla stazione!
Da tener presente che in una salita in genere l’auto va se non vi fermate, ma se vi dovete fermare in salita (classico esempio, perchè è ferma l’auto davanti a voi), siete sicuri che riuscirete a ripartire!? In alcuni casi no, ed ecco che il traffico si intasa sempre di più.

Per chi vuole andare sulla neve più alta, attenzione al tipo di neve: la neve fresca è facile da superare perché è soffice (specie se la nevicata è stata con temperature ben sotto allo zero), ma la neve bagnata o più vecchia è pressata, dura e da molti più problemi.

C’è anche da dire che le macchine con motore diesel hanno un giuda più pulita nella neve a differenza delle macchine a benzina che tendono ad essere più scattose!

Passiamo al discorso sulle gomme: meglio le catene o le gomme da neve??
Nella gran parte dei casi dipende dalle situazioni, ma noi siamo dell’idea che un paio di catene è bene averlo dietro, anche perché le gomme da neve potrebbero non bastare. Certo che se avete un’auto 4×4 con gomme da neve, andate tranquilli anche senza catene, a patto di non esagerare! Non è una vergogna che anche i migliori 4×4 mettano le catene, perché quando diventa alta sono inevitabili. Pure noi per le nostre auto 4×4 abbiamo le catene che all’occorrenza potremmo montare (e delle volte lo abbiamo fatto).

Ma quando è che per legge ci vogliono obbligatoriamente le gomme da neve o le catene montate?? Quando sulla strada troviamo questo cartello e ovviamente c’è neve o ghiaccio sulla strada. Questo cartello quando c’è neve sulla strada vale in ogni periodo dell’anno, anche se fosse estate!

 

 

 

 

 

L’articolo 122 del Regolamento del Codice della Strada al comma 8 recita:
“il segnale con catene per neve obbligatorie deve essere usato per indicare l’obbligo di circolare, a partire dal punto di impianto del segnale, con catene da neve o con pneumatici da neve…. “

Può essere anche in questo modo o in altri modi simili.

 

 

 

 

 

 

 

In diversi tratti invece ci sono cartelli tipo questo: viene indicato il periodo di tempo in cui vi è obbligo, anche senza neve al suolo. Per la città di Arezzo ad esempio il periodo di tempo è dal 1 dicembre al 31 marzo, ma in altre strade della nostra provincia l’obbligo è dal 1 novembre al 15 aprile.

Premessa.
1. Se un’auto ha i cerchi in lega, occhio perchè con le catene i cerchi si potrebbero rigare.
2. Non tutte le auto hanno gomme catenabili, perchè rimane troppo poco lo spazio tra gomma e carrozzeria. In genere è scritto sul libretto dell’istruzioni dell’auto se l’auto è catenabile o no.

E per le gomme da neve?
Le gomme da neve sono comode perché si montano e per 5 mesi non abbiamo pensieri, siamo in regola nei tratti dove c’è l’obbligo e sono utili anche con la pioggia o con poca neve sulla strada. Ricordatevi però di prestare attenzione, perché abbiamo visto diverse volte gente esagerare e trovarsi fermi anche con le gomme da neve. Non potete andare sulla neve alta se non avete un’auto 4×4 o le catene montate!

A volte, con fenomeni in corso o strada mal ridotta, la polizia o i carabinieri, possono obbligare a montare le catene anche se si hanno le gomme da neve!

Le gomme da neve si dividono in due categorie: invernali (o termiche) e quattro stagioni. Le gomme da neve hanno la sigla M+S: M sta per Mud (fango) e S per Snow (neve). Per essere a norma con il cartello le gomme devono avere questa sigla M+S. Tutte le gomme da neve, sia invernali che quattro stagioni hanno questa sigla M+S. A volte alcune gomme possono avere la sigla M&S invece di M+S, ma niente cambia nella sostanza.
Negli ultimi anni sono entrate in commercio anche gomme estive con simbolo M+S, ossia che sono in regola per l’inverno pur essendo considerate gomme estive. Sono gomme pensate per auto 4×4 e non propriamente adatte per la neve, sconsigliamo di mettere questo genere di gomme su auto non 4×4.

Le gomme quattro stagioni sono nate apposta per restare montante tutto l’anno, hanno un buon equilibrio tra aderenza nella neve in inverno e consumo contenuto in estate; ma anche le gomme invernali se sono buone, di una marca affidabile, si possono tenere tutto l’anno senza avere un consumo della gomma esagerato.
La cosa fondamentale, che non tutti sanno, per tenere gomme M+S montante tutto l’anno è questa: fate molta attenzione al codice di velocità riportato sul libretto di circolazione della vostra auto e sulle gomme che volete comprare: ancora infatti molti non lo sanno ma nel periodo estivo (estivo per modo di dire, in realtà è al di fuori del periodo in cui vi è l’obbligo delle gomme da neve) si possono tenere montate le gomme M+S solo se hanno il codice di velocità come riportato sul libretto (o ovviamente un codice superiore), mentre in inverno si possono tenere gomme M+S con un codice di velocità inferiore rispetto al codice riportato nel libretto. Se volete tenere gomme M+S durante tutto l’anno è quindi di fondamentale importanza avere il codice di velocità corretto!

E’ importante saper leggere i simboli sulle gomme! In questa immagine, in modo schematico, come leggere i simboli di una gomma. Da notare che il simbolo (qui sulla destra) del fiocco di neve, che indica che la gomma è adatta alle condizioni invernali e alla neve, si può trovare anche su alcuni tipi di gomme quattro stagioni.

I pneumatici da neve funzionano bene sulla neve grazie a quelle linee sottili seghettate.

Molto migliore è anche lo spazio di frenata, oltre che di aderenza.

Per le catene, le catene vanno montate al momento del bisogno, quando sulla strada c’è una certa quantità di neve, ma hanno il privilegio di essere molto più economiche di un treno di gomme da neve e i modelli di questi ultimi anni sono anche semplici da montare, basta fare qualche prova con calma in anticipo per non farci cogliere a montarle impreparati sotto la neve. La velocità massima di guida con le catene è di 50 km/h. Cliccando qui potete vedere un bel video che abbiamo fatto noi sul montaggio delle catene.

Mi raccomando: evitate di montare le catene sulle ruote non motrici, come delle volte ci è capitato di vedere!!!
Ricordatevi poi che l’obbligo di gomme da neve o catene a bordo vale anche per le auto 4×4.
Ultima considerazione sulle catene: devono essere omologate, cioè devono riportare sulla confezione la sigla CUNA NC 178-01.

Ci sono anche altri sistemi oltre alle catene e alle gomme da neve. Un esempio ormai passato di moda per la loro scomodità è le gomme chiodate. Sono scomode perchè vanno usate con alcune precauzioni e poi perchè bisogna usarle poco su strade non innevate. Precauzioni che consistono in:
1. bisogna avere tutte e 4 le gomme chiodate;
2. bisogna montare dei paraschizzi alle ruote posteriori;
Le gomme chiodate si possono utilizzare dal 15 novembre al 15 marzo. La velocità massima consentita è di 90 km/h. Le gomme chiodate però sarebbero molto migliori delle gomme da neve tradizionali.

Un’altro sistema sono i cosiddetti ragni (Spider). Dovrebbero essere facili da montare, ma costano molto! Hanno il grosso vantaggio di essere quasi universali, si adatanno a moltissime misure di gomme!

Le calze da neve (o AutoSock). Hanno il grosso svantaggio che si rovinano facilmente sui tratti di strada non innevati. In Italia comuqnue da qualche anno sono considerate a norma, alcuni anni fa invece non lo erano.

 

 

 

 

 

 

Tenete invece presente che le fascette da neve (tipo le Jeko – Put & Go) in Italia NON sono omologate, quindi nei tratti in cui vige l’obbligo di gomme da neve o catene a bordo è come se NON aveste niente!

 

 

 

 

 

 

 

 

Resta poi il fatto che i mezzi 4×4, che magari hanno pure le ridotte, se hanno gomme da fango senza sigla M+S (e ce ne sono alcune) dovrebbero montare le catene quando c’è 1 cm di neve sulle strade, anche se fino a 20 cm potrebbero viaggiare tranquillamente! Questa cosa è semplicemente assurda!!
Evitiamo commenti a questa regola che a nostro parere ha alcune lacune… Anche perchè ci sono alcuni tipi di gomme da neve che in realtà fanno pena sulla neve, ma sono in regola solo perchè hanno la sigla M+S.
Aggiungiamo che sulle multe qualcuno ci mangia: che bisogno c’è di fare multe in giornate di novembre in cui a 1000 m ci sono 10°c!!

Speriamo che questo nostro articolo vi possa essere utile, considerando che non solo semplici consigli teorici di chi scrive da una sedia, ma come detto quando capita andiamo spesso sulla neve.

 

Simone Paolucci e Lorenzo Sestini

Qui alcune (poche) nostre foto fatte durante le girate sulla neve in questi anni.

neve

neve 2

9 Comments
  • AleXit
    Posted at 11:58h, 02 Dicembre

    Bel post, Simone & Lorenzo, molto completo!

    Vi aspettiamo a breve (??) tra le montagne innevate del Casentino! 😉

  • Simo87
    Posted at 13:27h, 02 Dicembre

    Noi siamo pronti. Manca solo la neve, che speriamo arrivi presto 🙂

  • Simo87
    Posted at 02:47h, 03 Dicembre

    Altre curiosità le trovate qui, su un articolo di Arezzo Notizie. In questo articolo c’è scritto che l’obbligo di gomme da neve o catene a bordo vale su tutte le strade del Comune di Arezzo!! (manco fossimo in Val d’Aosta, aggiungo io). Perchè, bisogna dire, ogni comune puol mettere le regole a suo piacimento, quindi ci possono essere delle differenze da un comune all’altro. In generale comunque, l’obbligo ci dovrebbe essere sempre su starde oltre i 500 m di altezza!
    Mi astengo da commenti (perchè non voglio offendere nessuno), ma vi consiglio di leggere i commenti a fine articolo, molto espliciti….

    http://www.arezzonotizie.it/attualita/altre-notizie/68534-ecco-i-piani-anti-neve-di-provincia-e-comune-la-mappa-delle-strade-con-obbligo-di-catene

  • carlo
    Posted at 16:35h, 03 Dicembre

    Ragazzi, scusate ma non posso fare a meno di estrarmi un dentino avvelenato e aggiungere qualcosa all’interessante articolo. Anzitutto consiglio sempre di andare alla radice del formalismo, ovvero qui: http://www.comune.arezzo.it/il-comune/direzione-servizi-infrastrutturali/ufficio-manutenzione-strade-e-protezione-civile/notizie/catene-da-neve-a-bordo dove si può notare come si possano trattare da sudditi beoti i cittadini (che un po’ beoti lo sono se no non si farebbero trattare così). Ammesso che abbia senso (e la provincia la pensa diversamente, ad esempio, e tanto per confondere le cose), c’era bisogno di emettere l’ordinanza 4gg prima dell’obbligo e addirittura pubblicarla DOPO l’entrata in vigore? Potevano farla a settembre? Avete visto le resse (e relative speculazioni) per accaparrarsi una qualsiasi catena (tanto per averne una)?

  • Simo87
    Posted at 17:58h, 03 Dicembre

    Carlo, ormai non mi meraviglio più di niente…. ho letto su un giornale un fatto accaduto in autostrada che ha dell’incredibile. Per farla breve: hanno fermato uno, le catene le aveva ma non erano della misura giusta e gli hanno sequestrato l’auto!!
    Ora io mi chiedo: come si può pretendere di portare rispetto a queste autorità, quando fanno queste cose….. poi non ci sorprendiamo se alcuni vedono con cattivo occhio le forze dell’ordine! Le autorità dovrebbero dare il boun esempio e invece, al contrario, ecco cosa fanno!!

    E, da considerare il fatto, che in questi giorni la quota neve è a 2000 m!! (La massima quota della provincia di Arezzo è 1658 m)

  •   Video montaggio-smontaggio delle catene da neve! by Arezzo Meteo
    Posted at 10:00h, 04 Dicembre

    […] aver parlato dei consigli utili di guida sulla neve, di cui potete vedere l’articolo cliccando qui, adesso abbiamo fatto un video dove vi facciamo vedere come montare e poi smontare le catene da […]

  • carlo
    Posted at 14:38h, 04 Dicembre

    Simo, non so che dire. Però di sicuro quello che riportano i giornali va filtrato e rifiltrato, dato che troppo spesso i giornalisti hanno ignoranze abissali o storpiano volutamente per far colpo. L’esempio sono stati i recenti scoop eclatanti degli autisti bus al telefonino, cosa ignobile ma lecita (e non ho sentito nessuno riportarlo esplicitamente) grazie al 173 CdS, articolo che neanche specifica “solo per servizio” e quindi c’è da prendersela col legislatore non con l’autista!
    In A1 la sanzione è di €80/318 e non mi risultano sanzioni accessorie se non si causano casini. Magari aveva le gomme finite, revisione non fatta, ha fatto resistenza o era positivo all’alcol…

  • Simo87
    Posted at 22:00h, 04 Dicembre

    O ha fatto resistenza o per tentata truffa, o qualcosa del genere, dato che aveva le catene ma erano della misura sbagliata

Post A Comment