Il tempo per le Festività Pasquali

Buongiorno a tutti.
Con la giornata di oggi possiamo mettere la parola fine, almeno per qualche giorno, alle temperature diurne anomale che avrebbero fatto invidia a una qualsiasi giornata soleggiata di pieno maggio. Sono stati abbattuti anche dei record di valori massimi di temperatura in alcune località della regione.
L’alta pressione dopo aver dominato la scena per parecchi giorni si ritirerà più ad ovest (Atlantico / Isole Britanniche) consentendo il passaggio di un fronte freddo proveniente dal nord Europa (vedi immagine sat) che lambirà le nostre regioni Adriatiche. L’afflusso di aria certamente più fredda innescherà un po’ di instabilità anche sulla nostra regione in questo pomeriggio di sabato specie nelle zone Appenniniche e quelle incerte meridionali. Si tratterà probabilmente di episodi brevi, magari intensi, ma a carattere piuttosto sparso, non certo quello che ci vuole dopo 40/50 gg di precipitazioni scarse o assenti. Dopo il passaggio del fronte si attiveranno correnti di grecale anche sostenute che ripuliranno i nostri cieli.
Per Pasqua ci attendiamo una giornata ben soleggiata ma ventosa per l’insistenza del grecale. Dimentichiamoci però le temperature dei giorni scorsi poiché i 25-27 gradi saranno un ricordo (per il momento) ma saranno più probabili valori più consoni al periodo intorno ai 14 – 16 gradi. L’insistenza del grecale darà però la sensazione di avere qualche grado in meno.
La giornata di Pasquetta partirà soleggiata con temperature decisamente fredde al mattino, anche per la cessazione della corrente di grecale che favorirà l’irraggiamento notturno. Si faranno rivedere i valori sotto lo zero nelle conche Appenniniche e anche sulle altre pianure interne potrebbero verificarsi delle brinate. Dal pomeriggio nuovo aumento delle nubi da ovest per l’arrivo di una imponente saccatura dal nord Europa accompagnata da aria artico marittima. Stamani i modelli matematici sembrano spostare il suo asse ulteriormente verso est penalizzando la nostra regione in termini di precipitazioni. Anche in questo caso purtroppo non ci attendiamo piogge diffuse e persistenti. Su questa fase ancora sussistono però incertezze non tanto sulla dinamica ma sui dettagli. Non sono escluse fra l’altro nevicate sui rilievi anche a quote relativamente basse per il periodo.
Alessandro Nardi
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.