Parziale break al maltempo in questo fine settimana.

Buongiorno a tutti e buon sabato!
L’ennesima perturbazione atlantica di novembre passata nella prima parte della giornata di venerdì e stata accompagnata e seguita da un nucleo di aria più fredda in quota che ha provocato le previste nevicate sul tratto Appenninico a quote medie (in qualche caso medio-basse). Nella foto ecco come si presentava la cima del Monte Falco (Arezzo/Forlì) a 1600 m circa questa mattina.
Nelle prossime 48 ore assisteremo ad un parziale break al tempo perturbato.
Se comunque in questo sabato un po’ di nuvolaglia irregolare o variabile specie nelle aree centro meridionali, basso livornese, Arcipelago e Grossetano con qualche piovasco o rovescio sparso, la giornata di domenica dovrebbe presentare maggiore stabilità e maggiore soleggiamento anche se non mancherà il passaggio di nuvolosità di tipo medio alto stratificato. Nebbie potrebbero essere presenti sia stamani che domenica sulle vallate e zone di pianura (grazie agli alti tassi di umidità per la pioggia caduta in questi giorni). Temperature minime in calo con valori anche prossimi agli 0 nelle conche Appenniniche a forte inversione termica.
Tutto questo poiché la nuova depressione atlantica non ci coinvolgerà in modo diretto ma andrà a convergere nei pressi della Sardegna (vedi immagine) senza attraversare da ovest verso est la nostra penisola.
Lunedì in qualche modo le “spire” della depressione riusciranno a far risalire la nuvolosità e potrebbero presentarsi delle piogge a carattere debole specie in Appennino e zone centro meridionali con ventilazione orientale.
Questa depressione fungerà da calamita ad altre perturbazioni provenienti da nord ovest che rinnoveranno condizioni di tempo perturbato e piovoso anche nel corso della prossima settimana con temperature leggermente inferiori alle medie con occasione per consistenti nevicate nei settori Alpini e, a tratti, anche in quelli Appenninici.
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.