Roba da matti 4!

Eccoci qua. Non mi è riuscito fare un granchè oggi con i miei amici. Niente di che ma ho visto delle serie problematiche.
Siamo pertiti per Catenaia e dopo Falciano e il bivio di Catenaia la situazione nella strada era pessima. Niente da rimproverare a nessuno perchè è una strada che non collega niente e solo pochi sciagurati desiderano avventurarsi quando cè un bel pò di neve. Come detto in home siamo arrivati solamente a 1000 m. Li il vento ha fatto da padrone. Enormi cumuli di neve sono accatastati lungo la strada rendendo impossibile proseguire. La strada che sale su a Catenaia dalla parte di Subbiano e riparatissima dal vento da est, ma prorpio quello ha fatto un “casino”, rendendo il paesaggio stranissimo. Zone che si vedeva la strada e zone con enormi mucchie di neve. I refoli e i vortici di vento “essendo sotto costa” hanno reso tutto ciò. Non oso immaginare scollinando dalla parte di Caprese Michelangelo che roba di vento ha tirato e che paesaggi strani ha creato.

Qui il video dove non riusciamo più a salire.

Scusate ma ho fatto il video con il cellulare torto! hahah! Mi spiace!

Finito con Catenaia ci siamo diretti verso Ponte alla Piera. Pian pianino ci siamo arrivati con la strada completamente ghiacciata.

Poi da bravi matti, ci siamo diretti “tanto per fare 2 km in più”, verso Viamaggio. Beh,che dire eravamo curiosi di vedere la situazione lassù, ma anche in questo caso siamo stati costretti a rigirare al km 9. La strada era chiusa. Io rimango sempre “basito” su come sta nevicando ancora in queste zone dell’Aretino. Non vedo l’ora che la strada sia sgombra per andare su in vetta. Lassù per il momento è pura desolazione. Altro mondo veramente.

Concludo dicendo che sono arrivato solamente alla ditta di “Aboca”, quindi ancora mancava 14 km per arrivare solamente al passo di ViaMaggio.

Ecco il contributo della amica di Dany “che ringraziamo entrambe rigorosamente” delle foto della zona del Sasso di Simone e Simoncello.

Lorenzo Sestini

1 Comment

Post A Comment