Ieri 24 marzo ennesimo giro a piedi sulle vette del Monte Falco (1658 m) e Falterona (1654 m). Andiamo sempre nei soliti posti potrebbe dire qualcuno, dato che ultimamente ci siamo stati spesso; beh, è semplicemente la zona con più neve di tutto l’Appennino tosco-romagnolo! Il Pratomagno è più conosciuto,...

Ora ci cimenteremo in una cronaca particolare della scorsa Festa del Pratomagno, ovvero nel punto dove ci siamo lasciati alla puntata precedente. Mi’, arièccheli, direte. Va bene, recentemente siamo stati un po’ monotoni, sarà anche che siamo attempatelli ma, come avevamo già annunciato, c’era (e c’è più che mai) una...

Una bella camminata autunnale (13 ottobre) sul crinale del Pratomagno: dal Monte Lori alla Croce (1591 m) e il Pianellaccio (1592 m). Non mi dilungherò più di tanto nei discorsi, dato che di questa zona c’è già anche il bell’articolo di Carlo Palazzini, che potete rivedere cliccando qui. Partenza dal parcheggio a...

Segnalo alcune foto fatte dal nostro collaboratore casentinese Alessandro Grechi: foto fatte il 24 agosto dalla Croce del Pratomagno (1591 m), quando il cielo rapidamente si coprì con minacciosi nuvoloni, difatti in qualche zona ci furono dei temporali. Un paio di foto panoramiche, cliccate sulle foto per ingrandirle. Un’immagine della Croce del...

Cinque nevosi mesi sono passati da quello scouting (da diporto) del proto-42/A raccontato nella puntata precedente. L’inizio primavera, scandito dalla ratifica tra gli enti partecipanti del piano di intervento di recupero della Croce, segna anche l’inizio attività di allestimento formale dell’itinerario. Certosine e pazienti spennellate lungo i quasi 8km di...

Le foto che troverete in questo articolo sembrano provenire da una fiaba, o se preferite, da un sogno! Queste foto per la nostra zona resteranno nella storia!! Per lo spettacolo offerto da queste foto, dobbiamo ringraziare l’appassionato Carlo Brezzi, che la mattina di domenica 26 maggio è arrivato fino alla vetta...

Indi la valle, come 'l dì fu spento, da Pratomagno al gran giogo coperse di nebbia, e 'l ciel di sopra fece intento sì, che 'l pregno aere in acqua si converse. (Dante, Purgatorio. Il gran giogo è l’Appennino, che, col Pratomagno, racchiude la valle che contiene Campaldino e che si oscura di tetre...