Ultimo fine settimana dell’anno più freddo!

Buongiorno a tutti e buon Santo Stefano.
Veloce aggiornamento per quanto riguarda la meteo. Diciamo subito che al momento non ci sono grosse variazioni a quanto evidenziato 24 ore fa. Festività in gran parte contraddistinte dalla presenza di una campo di alta pressione che dalle prossime ore tenderà ad erigersi per meridiani fino ad andare a far visita alle regioni Scandinave. Dal suo bordo orientale scivolerà verso sud aria fredda di origine artica con contributo prettamente continentale e poco marittimo. Il target principale sarà l’Europa orientale, balcanica e in parte anche le nostre regioni orientali e adriatiche. Per la nostra regione si tratterà di una avvezione fredda ma secca, con calo dei calori termici, molto evidente sui settori Appenninici. Al di la di annuvolamenti sui contrafforti montuosi, specie lato adriatico, e un rinforzo della ventilazione da grecale…altro non ci aspettiamo. Questa massa di aria è in origine già secca di suo, nel suo passaggio dal mare Adriatico tende un po’ ad umidificarsi….umidità che poi perderà di netto con il passaggio dai rilievi Appenninici. Quindi ci attende un fine settimana per lo più soleggiato (tranne qualche modesta nube) ma certamente più freddo rispetto a queste giornate che si presentano miti nei valori diurni.
Passata questa fase confermiamo lo “spanciamento” dell’alta pressione sulla nostra penisola (tranne forse le regioni estreme meridionali) con nuova aria più mite sui rilievi. San Silvestro e Capodanno probabilmente stabili con inversioni termiche molto accentuate. Al mattino e durante la notte farà freddo sulle pianure, specie quelle più interne.
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.