Leggenda o Realtà? Un Inedito Scoop!

 

 

In questi giorni abbiamo appreso dell’esistenza di un fascicolo della Guardia Forestale dello Stato in cui si parlerebbe di avvistamenti di gnomi, elfi e fate nell’arco degli ultimi 15 anni nei boschi della Lama che si trovano all’interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. A portare alla luce la vicenda è stato il quotidiano online Adnkronos con l’articolo Strani avvistamenti in un fascicolo della Forestale dedicato a ‘Gnomi e fate dei boschi’ nel quale si parla di testimonianze di abitanti che ne hanno documentato la veridicità attraverso immagini e racconti più o meno attendibili.

E proprio da queste immagini che è partita la mia personale indagine. Ricordo che la foto (qui sotto) che ritrae lo gnomo, è stata scattata nel 2001, di notte, probabilmente con una macchina fotografica analogica (visto che all’epoca le digitali erano pressoché assenti se non in dotazione a qualche professionista) ed è quindi impensabile apportare modifiche con l’uso dei più sofisticati programmi fotografici di cui solo oggi possiamo disporre.

 

23435555

Certamente la qualità pessima della foto non ci permette evoluzioni chiare, ma ho cercato di evidenziarvi al meglio la mia “interpretazione”.

74547546476467476

Il cerchio rosso ritrae lo gnomo in posizione china quasi fosse stato colto in fragranza, mentre la figura che si trova immediatamente alle sue spalle, contornata con la linea blu, ha dell’inquietante perché in mano sembra abbia un forcone, come si evince dall’altro cerchio azzurro. Di chi è quella sagoma? E’ la figura di un demonio che vuol cacciare lo sfortunato gnomo? O è il riflesso del fotografo?

Tante domande a cui resta difficile dare una risposta tanto l’argomento è complesso. Sicuramente un particolare che è sfuggito a tanti, forse anche all’occhio più attento degli agenti del Corpo Forestale dello Stato che, colpiti dallo gnomo, non si sono curati del resto.

Quindi ad oggi, la vicenda è ancora avvolta nel mistero e, questo dettaglio, ne infittisce la soluzione. Voi che ne pensate?

 

Jacopo Casali

No Comments

Post A Comment