Mappa del rischio sismico in Italia e Toscana

Molti saranno curiosi di sapere qual è il rischio di terremoti in Italia. Questa è una mappa ufficiale della protezione civile nazionale. Risale al 2006. Da notare come la parte dell’Abruzzo colpita nell’aprile 2009, quindi dopo che venne fatta questa mappa, era classificata a rischio medio – alto.

I colori sono:

rosso – zona 1 – rischio alto

arancione – zona 2 – rischio medio

a strisce giallo e arancione – zona 3s – rischio medio

giallo – zona 3 – rischio basso

grigio – zona 4 – rischio molto basso

Praticamente tutta la fascia Appenninica è a rischio medio – alto.

Un’altra mappa, elaborata nell’aprile 2004.

Adesso, nel dettaglio, la mappa ingrandita della nostra regione: la Toscana. Notate le linee di divisione che rappresentano i comuni.

Nella provincia di Arezzo le zone più a rischio sono la Valtiberina e il Casentino: zona 2, rischio medio. La zona meno a rischio, classificata in zona 3 – rischio basso, è la parte ovest della provincia, che comprende: Terranuova Bracciolini, Montevarchi, Bucine, Laterina, Civitella in Val di Chiana, Monte San Savino, Marciano della Chiana, Lucignano, ecc..

Quindi, noi della provincia di Arezzo non siamo messi bene, ma ci sono zone in Italia messe molto peggio.

Fino a una magnitudo di circa 3.0 della scala Richter non si verificano danni. Una magnitudo che arriva intorno a 6.0 Richter invece potrebbe provocare molti danni, feriti e non solo…..

Ricordo i dati del terremoto del 1997 in Umbria e Marche di 6.05 Richter e dell’Abruzzo nel 2009 di 5.8 Richter.

Il terremoto più forte avvenuto in Italia è stato di 7.41 Richter avvenuto l’11 gennaio 1693 in Val di Noto (Sicilia).


Per vedere alcune curiosità sui terremoti avvenuti nella provincia di Arezzo e in Toscana cliccate qui.

 

Simone Paolucci

Ultima modifica all’articolo: 12 giugno 2012

9 Comments
  • Astrometeo
    Posted at 22:24h, 07 Novembre

    Bravo simone.Molto importante queste mappe.

  •   Aggiornamenti sui terremoti by Arezzo Meteo
    Posted at 19:16h, 28 Febbraio

    […] Se cliccate qui potete trovare la classificazione sismica dell’Italia e della Toscana! […]

  •   Elenco storico dei terremoti ad Arezzo e in Toscana!! by Arezzo Meteo
    Posted at 00:04h, 31 Marzo

    […] Ciccando qui potete guardare la mappa del rischio sismico in Italia e in Toscana! […]

  • Simo87
    Posted at 18:32h, 29 Maggio

    Purtroppo, questa mappa e anche le altre mappe che si trovano in giro, sono costruite in maniera molto statistica, ovvero: se non è mai avvenuto un terremoto di rilievo il rischio è basso. Ma, come abbiamo potuto tristemente constatare in questi giorni, direi che la realtà può essere ben diversa dalla statistica.

    Sono state coinvolte anche alcune aree ritenute a rischio molto basso (zona 4, colore grigio).

    Direi che queste mappe meritano quantomeno una revisione, perché poi su queste mappe si basano i criteri di costruzione nelle varie zone.
    Aggiungo che mi sembra alquanto ridicolo fare una mappa di rischio sismico basandosi solo (e spero non sia così) sulla statistica dei terremoti avuti in passato. ❗

    😥

  • Elenco storico dei terremoti ad Arezzo e in Toscana. - Centro Meteo Toscana
    Posted at 07:55h, 14 Giugno

    […] se sono dei dati ufficiali. E probabilmente mancano dei dati di terremoti avvenuti prima del 1800.Ciccando qui potete guardare la mappa del rischio sismico in Italia e in Toscana!Iniziamo con la nostra provincia di Arezzo.I due terremoti più forti in provincia sono stati […]

  •   Terremoti storici per provincia in Toscana! by Arezzo Meteo
    Posted at 16:12h, 17 Giugno

    […] Inoltre, per vedere la mappa del rischio sismico in Italia e in Toscana, cliccate qui. […]

  •   Mappa sui terremoti in tempo reale by Arezzo Meteo
    Posted at 10:19h, 07 Settembre

    […] Vi ricordo altri interessanti articoli che avevamo scritto sull’argomento dei terremoti: Cliccando qui potete vedere la mappa del rischio sismico in Italia e Toscana. […]

  • Matteo
    Posted at 14:40h, 07 Settembre

    Siccome le mappe sul rischio sismico sono di tipo probabilistico, occorrerebbe tenere in considerazione per ogni singola area la mappa che stima lo scenario peggiore possibile, ossia quella con tempi di ritorno previsti di 2500 anni, corrispondente alla probabilità del 2% in 50 anni.
    Ecco il link alla mappa in questione: http://esse1.mi.ingv.it/maps/Sa2500_010.gif

  • Simo87
    Posted at 15:16h, 07 Settembre

    Si, è vero, ma in sostanza non è che cambia molto: essendo una mappa sui 2500 anni, il rischio aumenta su tutte le aree, mi pare una cosa normale, ma le aree con il rischio più alto sono sempre le stesse, non è che cambiano 😉

Post A Comment