Espandi
FacebookTwitterGoogle+Share

Aggiornamento: Mercoledì 22 ottobre 2014 ore 7 (Alessandro Nardi)

SITUAZIONE:

Il fronte freddo tanto atteso e di cui si è parlato tanto (e a sproposito) sta attraversando la nostra penisola proprio in questo momento.

mmercAnche il sistema depressionario si porterà molto velocemente al nostro meridione e successivamente sulla Grecia. Al suo seguito è previsto anche l’arrivo di aria decisamente più fredda dal nord Europa, parzialmente sbarrata dall’arco alpino, che avrà il merito di riportare le temperature entro valori più normali del periodo con cospicuo ricambio di aria. Nella nostra provincia succederà ben poco: veloce miglioramento in mattinata, ventilazione sostenuta da nord e calo termico. Il grosso del maltempo riguarderà il sud e settori adriatici, con vento forte sul Tirreno (maestrale), Adriatico e a tratti sulla Pianura Padana per situazioni di venti di caduta dalle Alpi (fhoen). Ovviamente nessun uragano in arrivo e mai potrebbe esserlo: diffidate da certa informazione spazzatura anche se la zona depressionaria potrebbe provocare lo stesso alcune situazioni a rischio.

DETTAGLIO PREVISIONALE:

MERCOLEDI: il passaggio frontale, avvenuto di primo mattino, ha provocato qualche breve rovescio. Verso la tarda mattinata miglioramento del tempo con cielo più sgombro da nubi e attivazione del vento di tramontana a tratti sostenuto, in calo verso sera. Temperature massime in calo.

GIOVEDI: poco nuvoloso al mattino con temperature frizzanti (specie se il vento si sarà placato nelle notte come pensiamo). Con il passare delle ore dovrebbe attivarsi l’occlusione del sistema depressionario con arrivo di nubi dall’adriatico con qualche pioggia possibile sui settori appenninici e pedemontane. Ventilazione sempre di tramontana. Temperature in calo in entrambi i valori.

VENERDI: cielo da poco a parzialmente nuvoloso con nubi più compatte sul tratto appenninico. Non ci saranno precipitazioni sulle nostre zone. Ventilazione di grecale e temperature piuttosto fresche.

TENDENZA SUCCESSIVA

Dopo il passaggio del sistema depressionario atlantico sarà molto probabile un ripristino di condizioni anticicloniche con tempo stabile. Stavolta però non avremo le temperature fuori norma che abbiamo avuto in questo ultimo periodo. Anzi, avremo dei valori minimi molto bassi specie nelle conche appenniniche, grazie anche alla cessazione del vento e grazie alle nottate serene (inversione termica e irraggiamento notturno)

fill point2

NB: importante: le previsioni, come già evidenziato spesso dal nostro portale, dopo i tre giorni perdono affidabilità anche in modo drastico (anche se ci sono situazioni, specie quelle anticicloniche, che hanno un affidabilità più elevata anche a 5 giorni). Il nostro consiglio è di diffidare sempre da chi propone dettagli previsionali specie su micro-areee oltre questa soglia, men che mai da chi propone previsioni stagionali col mero scopo di ottenere click e conseguenti introiti pubblicitari. Le prioiezioni stagionali, fatte con modelli matematici particolari, hanno un carattere poco più che sperimentale, con margine di affidabilità ancora piuttosto basso. A volte si ottengono risultati sorprendenti, specie a scala più generale-continentale, ma più spesso si prendono delle sonore cantonate.

Da ricordare: ArezzoMeteo è un portale di informazione meteorologica di tipo amatoriale. Le previsioni non sono elaborate da professionisti ma da appassionati con esperienza ormai decennale nel settore.

FacebookTwitterGoogle+Share