Espandi
FacebookTwitterGoogle+Share

CLICCA QUI SOPRA PER ESPANDERE LA PAGINA

Aggiornamento: Sabato 20 gennaio 2018   ore 7 (Nardi Alessandro)

SITUAZIONE:

Peggiora in serata per un nuovo impulso instabile dall’atlantico, l’ultimo della serie, poi gradualmente un campo di alta pressione si farà strada da ovest e garantirà qualche giornata con tempo più stabile e mite (tranne le solite inversioni termiche notturne e mattutine nelle pianure e vallate).

DETTAGLIO PREVISIONALE

SABATO: al mattino soleggiato con qualche banco di nebbia specie su Valdarno e Valdichiana, in dissolvimento. Peggiora nella seconda parte di giornata per un nuovo impulso perturbato proveniente da ovest. Piogge in serata, forse qualche rovescio, con neve in montagna dapprima a quote medie e poi a quote alte. Temperature in calo nei valori minimi. Ventilazione da libeccio dal pomeriggio.

DOMENICA: residua nuvolosità al primo mattino ma nel resto della giornata prevarrà il soleggiamento. Temperature in aumento nei valori massimi con clima mite per il periodo. In possibile debole calo sui rilievi delle zone Appenniniche. Ventilazione debole da maestrale.

LUNEDI: tempo stabile ma con passaggio probabile di stratificazioni nuvolose o velature spesse. Temperature sostanzialmente miti o comunque non fredde, ad eccezione del primo mattino e durante la notte nelle zone di pianura e valli per inversione termica.

EVOLUZIONE SUCCESSIVA:

Gran parte della prossima settimana sarà caratterizzata dalla presenza di un campo di alta pressione con tempo stabile e sostanzialmente mite tranne le normali inversioni termiche durante la notte e il primo mattino su vallate e zone di pianura.

NB: importante: le previsioni, come già evidenziato spesso dal nostro portale, dopo i tre giorni perdono affidabilità anche in modo drastico (anche se ci sono situazioni, specie quelle anticicloniche, che hanno un affidabilità più elevata anche a 5 giorni). Il nostro consiglio è di diffidare sempre da chi propone dettagli previsionali specie su micro-aree oltre questa soglia, men che mai da chi propone previsioni stagionali col mero scopo di ottenere click e conseguenti introiti pubblicitari. Le proiezioni stagionali, fatte con modelli matematici particolari, hanno un carattere poco più che sperimentale, con margine di affidabilità ancora piuttosto basso. A volte si ottengono risultati sorprendenti, specie a scala più generale-continentale, ma più spesso si prendono delle sonore cantonate.

Da ricordare: ArezzoMeteo è un portale di informazione meteorologica di tipo amatoriale. Le previsioni non sono elaborate da professionisti ma da appassionati con esperienza ormai decennale nel settore.

FacebookTwitterGoogle+Share