Espandi
FacebookTwitterGoogle+Share

CLICCA QUI SOPRA PER ESPANDERE LA PAGINA

Aggiornamento: Sabato 22 luglio 2017 ore 7 (Nardi Alessandro)

SITUAZIONE:

saCorrenti umide sud occidentali determina la presenza di nubi basse sulla nostra regione al mattino, flusso di correnti determinate da una parziale limatura della “cresta” del  campo di alta pressione. Durante la giornata comunque la nuvolosità tenderà a dissolversi. Sarà comunque un fine settimana sostanzialmente stabile e soleggiato, con temperature calde con massime sopra i 30°, con umidità relativa in parziale rialzo. Lunedì farà la sua comparsa un cavo d’onda di origine atlantico che determinerà un calo termico e l’arrivo di un po’ di instabilità su alcuni settori della nostra penisola.

DETTAGLIO PREVISIONALE

SABATO: al primo mattino mattino possibile nuvolosità di tipo basso in attenuazione nel corso della mattinata. Per il resto cielo poco nuvoloso con qualche addensamento convettivo pomeridiano. Temperature calde (33-34 gradi le massime) e tassi di umidità in parziale aumento.

DOMENICA: probabile nuvolosità bassa al mattino in dissolvimento in tarda mattinata. Per il resto della giornata poco nuvoloso. Caldo un po’ afoso.

LUNEDI: da poco a parzialmente nuvoloso per passaggio di stratificazioni medio alte. Ventilazione di libeccio. Temperature minime in aumento (nottata un po’ afosa), massime in leggero calo.

TENDENZA SUCCESSIVA:

Fra lunedì e mercoledì transito di un cavo d’onda depressionario con calo termico e instabilità specie in Appennino e regioni adriatiche. Successivamente probabile nuova stabilizzazione del tempo.

NB: importante: le previsioni, come già evidenziato spesso dal nostro portale, dopo i tre giorni perdono affidabilità anche in modo drastico (anche se ci sono situazioni, specie quelle anticicloniche, che hanno un affidabilità più elevata anche a 5 giorni). Il nostro consiglio è di diffidare sempre da chi propone dettagli previsionali specie su micro-aree oltre questa soglia, men che mai da chi propone previsioni stagionali col mero scopo di ottenere click e conseguenti introiti pubblicitari. Le proiezioni stagionali, fatte con modelli matematici particolari, hanno un carattere poco più che sperimentale, con margine di affidabilità ancora piuttosto basso. A volte si ottengono risultati sorprendenti, specie a scala più generale-continentale, ma più spesso si prendono delle sonore cantonate.

Da ricordare: ArezzoMeteo è un portale di informazione meteorologica di tipo amatoriale. Le previsioni non sono elaborate da professionisti ma da appassionati con esperienza ormai decennale nel settore.

FacebookTwitterGoogle+Share