31/03/2017

CLICCA QUI SOPRA PER ESPANDERE LA PAGINA

Aggiornamento: Venerdì 31 Marzo 2017   ore 7 (Nardi Alessandro)

SITUAZIONE:

veDa segnalare, nella giornata di ieri, temperature massime molto sopra la media per il periodo, più consone certamente al mese di maggio che alla fine di marzo. Arezzo ha segnato ben 25.4 gradi (stazione San Fabiano CFR) ma le temperature sono state molto alte in tutta la regione (Firenze Peretola ben 26.8°, forse nuovo record per il mese di marzo). Anche nella giornata di oggi subiremo gli effetti di un promontorio di alta pressione, con tempo stabile e soleggiato. L’alta pressione si ritirerà proprio nel fine settimana, grazie all’ingresso di una saccatura atlantica nel bacino centro occidentale del Mediterraneo, che lascerà in eredità un sistema depressionario al suolo che andrà a posizionarsi all’incirca nei pressi della Sardegna. Per la nostra regione si tratterà di un blando peggioramento con qualche piovasco o debole precipitazione circoscritta alla giornata festiva.

DETTAGLIO PREVISIONALE

VENERDI: sereno o poco nuvoloso con lo sviluppo di qualche cumulo durante le ore pomeridiane specie a ridosso dei rilievi.. Temperature minime in leggero incremento, massime stazionarie su valori miti e sopra le medie, intorno ai 22 – 25 gradi nelle zone di pianura.

SABATO: parzialmente nuvoloso o nuvoloso per passaggio di innocue stratificazioni nuvolose di tipo medio alto.  Maggiore copertura verso sera. Ventilazione debole da sud est. Temperature massime in leggero calo, ma sempre su valori particolarmente miti.

DOMENICA: cielo generalmente nuvoloso con possibilità di piovaschi o deboli precipitazioni sparse. Ventilazione debole orientale. Temperature massime in ulteriore calo. Minime in aumento.

TENDENZA SUCCESSIVA: 

La situazione dovrebbe rimanere depressionaria anche nella prima parte della prossima settimana, con la penisola sotto il tiro di correnti dall’Europa orientale e balcanica che potrebbero favorire episodi di instabilità. L’anticiclone delle Azzorre sembra rimanere defilato, ma sempre in posizione molto scomoda (fra Atlantico, Francia e Isole Britanniche, con pattern EA negativo)  per favorire l’entrata di perturbazioni atlantiche verso la nostra penisola.

NB: importante: le previsioni, come già evidenziato spesso dal nostro portale, dopo i tre giorni perdono affidabilità anche in modo drastico (anche se ci sono situazioni, specie quelle anticicloniche, che hanno un affidabilità più elevata anche a 5 giorni). Il nostro consiglio è di diffidare sempre da chi propone dettagli previsionali specie su micro-aree oltre questa soglia, men che mai da chi propone previsioni stagionali col mero scopo di ottenere click e conseguenti introiti pubblicitari. Le proiezioni stagionali, fatte con modelli matematici particolari, hanno un carattere poco più che sperimentale, con margine di affidabilità ancora piuttosto basso. A volte si ottengono risultati sorprendenti, specie a scala più generale-continentale, ma più spesso si prendono delle sonore cantonate.

Da ricordare: ArezzoMeteo è un portale di informazione meteorologica di tipo amatoriale. Le previsioni non sono elaborate da professionisti ma da appassionati con esperienza ormai decennale nel settore.

No Comments

Post A Comment