31/12/15

CLICCA QUI SOPRA PER ESPANDERE LA PAGINA

Aggiornamento: Giovedì 31 dicembre 2015  ore 7 (Alessandro Nardi)

SITUAZIONE:

Finalmente il previsto cambio di circolazione ha fatto penetrare sulle nostre zone un po’ di ventilazione di grecale mettendo fine alle nebbie e apportando un agognato ricambio di aria dopo un mese di stasi circolatoria.

giLe temperature sono calate in montagna mentre sulle pianure siamo rimasti sui soliti valori o addirittura qualche grado in più nelle massime. Nei prossimi giorni si rifaranno vive le perturbazioni atlantiche mosse da un flusso occidentale stavolta ben più basso di latitudine. Torneranno le piogge e le nevicate in montagna, che sulle nostre zone, però, si verificheranno a quote elevate.

DETTAGLIO PREVISIONALE

GIOVEDI (SAN SILVESTRO): sereno al mattino con qualche addensamento da stau sul tratto appenninico. Con il passare delle ore si farà strada della nuvolosità da ovest ma senza il rischio di precipitazioni. Serata di San Silvestro con cielo probabilmente nuvoloso. Temperature mattutine rigide con valori sotto lo zero nelle conche. Temperature massime in lieve calo.

VENERDI (CAPODANNO): cielo inizialmente nuvoloso ma senza precipitazioni, con aperture del cielo nel corso della giornata fino a poco nuvoloso o sereno. Temperature minime in lieve aumento, massime stazionarie o con lievi oscillazioni.

SABATO: peggioramento del tempo per arrivo di una perturbazione atlantica con relativo minimo depressionario. Pioggia nel corso della giornata con neve solo sulle cime appenniniche, in calo verso la notte su domenica ma sempre su quote di media montagna.

TENDENZA SUCCESSIVA:

Tempo dinamico nel medio e lungo termine con flusso atlantico che investirà direttamente la nostra penisola con arrivo di alcune perturbazioni. Anche per la Befana c’è il rischio di cielo nuvoloso con associate precipitazioni. Non farà freddo, visto la natura delle correnti, le temperature si manterranno quindi nei canoni stagionali.
logo pubblicita'

NB: importante: le previsioni, come già evidenziato spesso dal nostro portale, dopo i tre giorni perdono affidabilità anche in modo drastico (anche se ci sono situazioni, specie quelle anticicloniche, che hanno un affidabilità più elevata anche a 5 giorni). Il nostro consiglio è di diffidare sempre da chi propone dettagli previsionali specie su micro-areee oltre questa soglia, men che mai da chi propone previsioni stagionali col mero scopo di ottenere click e conseguenti introiti pubblicitari. Le proiezioni stagionali, fatte con modelli matematici particolari, hanno un carattere poco più che sperimentale, con margine di affidabilità ancora piuttosto basso. A volte si ottengono risultati sorprendenti, specie a scala più generale-continentale, ma più spesso si prendono delle sonore cantonate.

Da ricordare: ArezzoMeteo è un portale di informazione meteorologica di tipo amatoriale. Le previsioni non sono elaborate da professionisti ma da appassionati con esperienza ormai decennale nel settore.

No Comments

Post A Comment