7 anni fa: la neve sul Monte Falco!

Una curiosità interessante, che probabilmente molti non sanno.
Dopo le nevicate di qualche giorno fa avute sulle vette dei nostri molti, in parecchi si saranno chiesti da quanto tempo era che non succedeva una nevicata tardiva simile!
La risposta è: 2 giugno 2006, esattamente 7 anni fa!

A fine maggio 2006 arrivò un’ondata di aria decisamente fredda per il periodo che nelle nostre montagne culminò con la nevicata sulle vette nel 2 giugno (probabilmente aveva fatto un po’ di neve anche il 31 maggio!).

Ecco alcuni dati sulle temperature più interessanti di quel periodo.

Eremo di Camaldoli (1111 m): minima più bassa di +1.5°c il 31 maggio e massima più bassa di +6.6°c il 3 giugno.
Santuario della Verna (1120 m): minima più bassa di +1.2°c il 31 maggio e massima più bassa di +6.8°c il 3 giugno.
Campigna (FC) (1068 m): minima più bassa di +2.5°c il 31 maggio e massima più bassa di +6.6°c il 3 giugno.
Sestino (Case Barboni – 1000 m): minima più bassa di +1.4°c il 30 maggio e massima più bassa di +7.4°c il 2 giugno.
Madonna di Montalto (Papiano Alto – Stia – 830 m): minima più bassa di +2.3°c il 31 maggio e massima più bassa di +10.9°c il 2 giugno.

Il 2 giugno fu una giornata storica per la zona del Monte Falco – Falterona: i rovesci di neve iniziarono in mattinata e poi si intensificarono nel pomeriggio, con quota neve intorno ai 1300 m. Furono accumulati 5 – 10 cm di neve sulla vetta oltre i 1600 m.

Qui delle foto molto interessanti, le uniche di cui si riesce a trovare traccia in rete su quell’evento. Le foto sono di Fabio Casadei, che la mattina del 2 giugno si mise in marcia, con la speranza di trovare la bianca sorpresa e non venne deluso! Da considerare che queste foto sono della mattina, la vera nevicata si ebbe più tardi.
Ringrazio Fabio che fece le foto e ce le mette a disposizione!

Fangacci (1484 m).

Strada che porta al Rifugio Militare.

Foto nella zona del Rifugio Militare (1565 m), con un clima che era praticamente invernale!

In questa foto si vede bene il vento forte che tirava!

Per dovere di cronaca, metto anche la carta di reanalisi di Wetterzentrale, anche se io sono sempre un po’ scettico su queste carte (specie su quelle riguardanti molti anni fa…). La mappa mostra le temperature teoriche a 850 hPa, circa 1500 m: la +2°c arriva fino all’Appennino Settentrionale.

Simone Paolucci

3 Comments

Post A Comment