Bilancio anno 2012 Arezzo

Ecco il bilancio complessivo dell’anno 2012 per la città di Arezzo. La stazione meteo di riferimento, che prendo in considerazione, è quella ufficiale dell’Aeronautica Militare (AM), zona Molin Bianco, quota 248 m (stazione meteo attiva dal 1957).

La media della temperatura minima è stata di +7.5°c, mentre la media del periodo 1971-2000 e anche del periodo 1961-1990 è di +6.5°c. Quindi siamo stati sopramedia di 1.0°c.

La media della temperatura massima è stata di +20.4°c, mentre la media del periodo 1971-2000 è di +18.9°c. Quindi siamo stati nettamente sopra alla media: 1.5°c in più! Considerate poi che la media del periodo 1961-1990 è di +18.5°c, quindi una differenza ancora maggiore: 1.9°c in più!!
Dato che si tratta di una media annuale, quindi distribuita su molti giorni, si tratta di un sopramedia notevole e conferma l’andamento in rialzo che stanno avendo le temperature massime in questi ultimi anni rispetto a dei decenni fa.

La temperatura minima più bassa dell’anno si è avuta il 14 e il 15 febbraio entrambi con -8.2°c, mentre la temperatura più alta si è avuta il 21 agosto con +39.0°c. Rimangono quindi intatti i precedenti record che sono i -20.2°c dell’11 gennaio 1985 e i +40.5°c del 26 luglio 1962.

Da ricordare il gran freddo e neve avuto nel mese di febbraio. Ad Arezzo Molin Bianco caddero 18 cm di neve il 1 febbraio e 1 cm il 15 febbraio. Da considerare che alcune montagne della Valtiberina e del Casentino superarono i 200 cm di neve!
Significativo il fatto che ad Arezzo la neve al suolo rimase per 17 giorni consecutivi: dalla sera del 31 gennaio alla mattina del 18 febbraio. Trascorreranno molti anni prima che risucceda una cosa di questi tipo!

Passiamo alla pioggia.
La pioggia di tutto il 2012 è stata 923.1 mm, mentre la media del periodo 1971-2000 è di 801.5 mm. In percentuale abbiamo avuto il 15.2 % di piogge in più rispetto alla media!!
Guardando quindi nel complessivo anno 2012, è errato dire che ha piovuto un sacco e non se ne può più di acqua, come dicono in molti… I dati mostrano che abbiamo avuto il 15.2 % in più di pioggia, quindi non un valore esageratamente alto. La realtà è che eravamo abituati a non avere pioggia, basti pensare che l’anno 2011 ebbe un totale pioggia quasi della metà di questo 2012: fece solo 479.0 mm!!
Questo anno 2012 inoltre ha fatto segnare un triste record storico: in estate si è avuto il record assoluto di siccità per Arezzo: per ben 62 giorni consecutivi (quindi 2 mesi) il pluviometro è rimasto inchiodato a 0.0 mm, non era mai successo! Allungando alcuni giorni, per un totale di 74 giorni, caddero solo 4.4 mm.

 

Altre curiosità.

La neve caduta durante l’anno è stata 19 cm: 18 il 1 febbraio e 1 cm il 15 febbraio.

I giorni di pioggia, cioè giorni con pioggia maggiore o uguale a 1.0 mm, sono stati 99, mentre la media del periodo 1971-2000 è di 87 giorni e la media del periodo 1961-1990 è di 82 giorni.

I giorni di gelo, cioè i giorni con temperatura minima uguale o inferiore a 0.0°c sono stati 75, mentre la media del periodo 1971-2000 è di 63 giorni.
Il mese di gennaio ha fatto segnare ben 25 giorni su 31 di gelo, mentre la media di gennaio del periodo 1971-2000 è di 15 giorni.
I giorni di calura, cioè i giorni con temperatura massima uguale o superiore a +30.0°c, sono stati 71, mentre la media del periodo 1971-2000 è di 42 giorni.
Il mese di agosto ha fatto segnare ben 28 su 31 di calura, mentre la media di agosto del periodo 1971-2000 è di 17 giorni.

I giorni di nebbia sono stati 42, mentre la media del periodo 1971-2000 è di 36 giorni.

L’umidità relativa media è stata del 65.7 %, mentre la media del periodo 1971-2000 è del 70.7 % e la media del periodo 1961-1990 è del 72.0%.

La massima raffica di vento è stata registrata il 14 settembre con 74.1 km/h.

Per sapere altre curiosità, consultate gli articoli che abbiamo fatto, cercando in base alla categoria che vi interessa. La categoria “Diario Meteo”, che potete vedere cliccando qui, racchiude gli eventi più importanti di tutti i generi.

Qui una foto di come appariva Arezzo dopo la bellissima nevicata del 1 febbraio 2012.

Simone Paolucci

2 Comments
  • Tommaso
    Posted at 20:19h, 14 Febbraio

    Articolo eccellente come l’intera gestione del sito.
    Dalle osservazioni fatte, si deduce una tendenza alle estremizzazioni delle condizioni meteo.
    Per quanto riguarda il trend in aumento delle temperature, secondo me la stazione di Molin Bianco soffre del problema di cui molte stazioni del mondo subiscono: l’inglobamento all’interno dell’isola di calore della città.
    Difatti, rispetto a 10 o 20 anni fa, adesso ci sono interi quartieri a pochi metri dall’aeroporto.
    Invece per quanto riguarda la nevosità della città, questi ultimi anni mi sembrano migliori degli anni ’90 e più vicini agli indimenticabili ’80.

    saluti

  • Simo87
    Posted at 21:20h, 14 Febbraio

    Grazie Tommaso per le tue osservazioni, direi che sono d’accordo con te su tutto quello che hai detto. 😉

    Il problema dell’urbanizzazione sicuramente è un fattore che influisce. Te hai detto 10 o 20 anni fa, pensiamo quindi addirittura a 50 anni fa, dato che la stazione meteo di Molin Bianco è li dal 1957. Non solo quartieri, ma tutta la zona industriale di Pescaiola 40 o 50 anni fa non era certo come ora.

Post A Comment