Fine settimana ancora fresco per il periodo.

Buongiorno a tutti e buon sabato.
Anche in questa mattinata abbiamo diversi valori di temperatura minima bassi specie nelle conche Appenniniche ed aree pianeggianti più interni. Valori leggermente più alti di quelli che abbiamo registrato nei giorni scorsi ma pur sempre degni di nota per essere metà aprile. Dalla mappa del CFR regionale spiccano i -2.6° di Monterchi (paese al confine con l’Umbria) che ormai ha fatto un filotto di valori sotto zero degni di gennaio.
La situazione dal punto di vista barico non denota segnali di cambiamento almeno per i prossimi tre giorni presi in esame. Come potete vedere dalla grafica la cella alto pressoria delle Azzorre si è unita ad un vasto campo di alta pressione presente sulla Scandinavia. Le perturbazioni atlantiche (e l’aria più temperata) sono così bloccate nel loro moto naturale ovest – est. Sulla nostra penisola rimangono quindi condizioni depressionarie con una goccia fredda in quota ormai semi-stazionaria con arrivo di aria fredda continentale da nord est. Una situazione del genere in pieno inverno avrebbe provocato una intensa ondata di freddo sulla penisola anche piuttosto prolungata con arrivo di aria artico continentale o polare continentale molto fredda se non gelida.
Diciamo che per quanto riguarda il tempo in questo fine settimana non andrà così male. Per oggi (Sabato) cielo poco nuvoloso o parzialmente nuvoloso per passaggio di velature o stratificazioni medio-alte. Ventilazione da nord est, debole moderata con qualche rinforzo. Temperature senza grosse variazioni con valori sotto le medie del periodo.
Per domenica avremo una situazione di cielo nuvoloso o parzialmente nuvoloso con addensamenti pomeridiani a tratti intensi specie su interno grossetano, senese, aretino e basso pisano con possibilità di rovesci sparsi. Temperature minime in leggero aumento. Temperature massime intorno ai 14-16 gradi.
Per lunedì avremo possibilità di maggiore instabilità pomeridiana sulle zone interne con dei rovesci sparsi.
Alessandro Nardi
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.