Lungo termine: prospettive di alta pressione tempo mite

Guardate l’immagine emisferica che alleghiamo, con evidenza la pressione al suolo e i geopotenziali a 500 hpa: riguarda la fine della prossima settimana. Notiamo un vortice polare troposferico molto compatto e profondo (arctic oscillation AO positiva), come mai è stato in questo inverno. Questo significa in soldoni scambi meridiani limitati, flusso atlantico molto alto e alte pressioni a latitudini mediterranee, con corrente a getto polare molto tesa. Assorbita la goccia fredda che vagherà per il nostro sud della penisola, un cuneo di alta pressione (della Azzorre) prenderà possesso completamente dell’italia (e non solo), portando stabilità atmosferica e clima complessivamente mite, specie in quota (in alcune pianure potrebbe affacciarsi la nebbia). L’inverno si prenderà una decisa pausa, almeno per una settimana (goccia fredda sulle regioni meridionali a parte), poi alla fine della prima decade di febbraio qualcosa potrebbe sbloccarsi (o almeno lo speriamo), anche perchè non è ancora tempo di temperature miti e giornate simil-primaverili. Ovviamente, vista la distanza temporale di questa proiezione, il tutto è passibile di modifiche, anche sostanziali, anche se crediamo che questa sia l’ipotesi più accreditata.

Alessandro Nardi

No Comments

Post A Comment