Week end: ennesima ondata di caldo!

Chi si aspettava un declino dell’estate, dopo il Ferragosto, rimarrà particolarmente deluso perchè siamo di fronte ad una delle più forti avvezioni calde di questa stagione. Il promontorio africano, dopo qualche sparuto giorno di latitanza, tornerà a farci visita. Davvero singolare come in questa stagione sia stato protagonista assoluto, facendo passare, almeno per in centro sud, una delle estati più calde e siccitose degli ultimi anni. A questo è concorso una particolare configurazione barica persistente, ovvero una East Atlantic oscillation positiva incentivata da un ITCZ (equatore meteorologico) più alto del solito e da una idilliaca disposizione delle anomalie termiche oceaniche (SSTA). Stavolta la botta più calda se la prenderà la Spagna e la Francia, con valori termici a 850 hpa davvero al limite del record. La nostra penisola sarà fortunatamente più ai margini, anche se farà un gran caldo. Per la Toscana ci aspettiamo deboli correnti al suolo da nord-est, a curvatura anticiclonica, poichè i massimi di pressione si troveranno oltre le Alpi, quindi, oltre al caldo di suo, ci sarà sicuramente una componente di caduta dei venti che farà lievitare le termiche. Ma questo farà si che almeno nelle zone interne il caldo sia di tipo TORRIDO e non afoso. Ci aspettiamo, nel week end, termiche anche di 38/39 gradi nei centri urbani, piana fiorentina, aretino e in genere nelle zone lontane dal mare. Ovviamente nelle coste umidità più alta e nottate davvero calde e fastidiose. Le piogge? La rottura dell’estate? Almeno per 5 o 6 giorni non se ne parla nemmeno! Una disdetta in questa estate super-secca e siccitosa e con le temperature costantemente sopra le medie!

Alessandro Nardi

ecco la risalita di gra caldo sulla Spagna e Francia, l’alta pressione al suolo oltr’Alpe e correnti di ritorno da nord-est sulla Toscana

ecco le deboli correnti da nord-est al suolo su parte della penisola.

No Comments

Post A Comment