Orto: Primavera!

LAVORI DI PRIMAVERA

Dopo un inverno piovosissimo  che ancora ci tormenta e ci impedisce di lavorare nel giardino, prepariamoci comunque alla primavera che sta già arrivando: il mandorlo è fiorito e sugli altri alberi da frutto stanno gonfiando le gemme, la camelia e il viburno sono  in piena fioritura mentre crocus, margherite e viole  cominciano a colorare il prato.

Uno dei lavori che possiamo fare anche in questi giorni di pioggia è concimare il prato che, dilavato dalle interminabili piogge,  avrà sicuramente bisogno di nutrimento:  spargete un buon concime a lenta cessione che lo rinvigorisca e lo prepari per la stagione.  Atri lavori “preparatori” che si possono fare anche se piove: comperare un buon terriccio universale che useremo per le piantine da mettere a dimora appena sarà possibile. Rinvasare tutte le piante in vaso come i gerani che sono sopravvissute all’inverno e potarle eliminando tutte le parti secche o malate.

Possiamo inoltre seminare pomodori e insalate in serra o sotto campane di plastica per averle pronte appena il terreno e le temperature lo permetteranno. Oggi è facile trovare semi  biologici in bustine anche al supermercato per  seminarli  in vaschette con un po’ di terriccio leggero che manterremo sempre umido fino a che si saranno formate le nuove piantine.

Con l’umidità e le temperature che si stanno alzando si sviluppano le malattie fungine: peschi, albicocchi, susini, ciliegi, meli e peri, ma anche limoni e piante da fiore vengono aggrediti dal fungo e successivamente da parassiti di varia natura:  è quindi indispensabile fare almeno un trattamento con un prodotto antifungino che NON va dato durante la fioritura ma all’ingrossamento delle gemme (ora) e dopo la fioritura e la comparsa dei frutticini.

Effettuare le potature a tutti gli alberi da frutto e alle viti,  dando aria alle piante come già indicato negli articoli precedenti e concimarli spargendo un buon concime organico sotto la chioma. Potare le rose e le ortensie tenendo conto che,  mentre le rose vanno potate sempre sopra  una gemma orientata verso l’esterno accorciando tutti i rami, per le ortensie NON si devono tagliare i getti  nuovi  che si riconoscono perché  hanno solo le gemme,  ma senza rami laterali, mentre si accorciano i rami di due e tre anni che hanno rami laterali e sub laterali.

Eliminate sempre  le erbacce e i residui  delle potature, in particolare tutto ciò che è marcio o secco e malato, per evitare di propagare le malattie che hanno attaccato le piante lo scorso anno.

Appena il terreno sarà asciutto e potremo lavorarlo con una buona vangatura metteremo a dimora insalate e  radicchi, e prepareremo le buche dove pianteremo i pomodori  e le altre colture estive e inizieremo a seminare. Buon lavoro e buona primavera!

Franco Landini!

No Comments

Post A Comment