Dal Monte Lori alla Croce del Pratomagno

Una bella camminata autunnale (13 ottobre) sul crinale del Pratomagno: dal Monte Lori alla Croce (1591 m) e il Pianellaccio (1592 m).
Non mi dilungherò più di tanto nei discorsi, dato che di questa zona c’è già anche il bell’articolo di Carlo Palazzini, che potete rivedere cliccando qui.

Partenza dal parcheggio a Pian dei Lavacchi (1222 m), sulle pendici del Monte Lori, per la precisione sulle pendici del Monte di Loro.
Il percorso (CT 00), circa 8 km fino alla Croce, è quasi tutto sul crinale e tranne il tratto iniziale che è nel bosco, è quasi tutto nel prato offrendo una bella vista sul Casentino, il Valdarno e zone più lontane quando la visibilità è buona (non in questo caso).

Il crinale è un continuo saliscendi di poggi, ma stranamente non sono neppure segnalati, nemmeno sulla vetta, alcuni non hanno neanche un nome. Ovviamente l’andata ha diversi strappetti in salita, dato che da quota 1222 m del parcheggio bisogna arrivare ai 1592 m della vetta.

Uscendo dal bosco si vede la zona della Croce in lontananza e il Valdarno ancora coperto di nebbia.

Pratomagno

Pratomagno

Dalla Cima Bottigliana (1454 m), discesa e poi salita verso un poggetto (1492 m) che non ha un nome.

Pratomagno

Il crinale verso nord, la Croce è ancora lontana.

Pratomagno

Il Casentino.

Pratomagno

Il Poggio Massarecci (1547 m), il sentiero 00 lo aggira sulla destra, ma volendo si può anche passare dalla vetta e in cima c’è una bella visuale.

Pratomagno

Verso il Casentino.

Pratomagno

Il crinale verso sud.

Pratomagno

Il crinale verso nord con il Valdarno ancora sotto alla nebbia.

Pratomagno

Pratomagno

La zona della Pozza Nera (1509 m), dove si ricongiunge il sentiero 00.

Pratomagno

Pratomagno

La vetta del Poggio Massarecci vista dal versante nord.

Pratomagno

La Croce si avvicina…

Pratomagno

Pratomagno

Verso la Burraia, con le Montagne del Monte Falco (1658 m) e Falterona (1654 m).

Pratomagno

Pratomagno

Ed eccoci alla Croce del Pratomagno (1591 m), restaurata in questa estate, adesso è di un bel colore rosso! La sua altezza è di circa 19.3 metri !

Pratomagno

Pratomagno

Pratomagno

L’interno della Croce.

Pratomagno

Verso il Valdarno, con il paesino di Rocca Ricciarda (950 m) nel vallone sotto alla Croce.

Pratomagno

Verso il Casentino.

Pratomagno

Piccola curiosità che abbiamo scritto altre volte: la Croce in realtà non è sul punto più alto del Pratomagno, perché la vetta maggiore è di misura (di un solo metro) quella del Monte Pianellaccio (1592 m), appena più a nord della Croce, questo:

Pratomagno

Sul Pianellaccio si trova il cippo a memoria di Bert Hinkler, un trasvolatore australiano che nel gennaio 1933 si schiantò nel Pratomagno.

Pratomagno

Dal Pianellaccio, il crinale verso nord con in fondo la vetta del Monte Secchieta (1449 m).

Pratomagno

Infine, la Croce vista dal Pianellaccio.

Pratomagno

Per ulteriori curiosità sul Pratomagno vi ricordo che potete consultare il nuovo sito:

www.crocedelpratomagno.it

 

Simone Paolucci

2 Comments
  • carlopal
    Posted at 20:19h, 15 Ottobre

    Una bella scarpinata, eh, Simo? Ma il Pratomagno è il Pratomagno e ne vale la pena.

  • Simo87
    Posted at 21:34h, 15 Ottobre

    Per me una scarpinata, per un mio compagno di viaggio una semplice passeggiata: lui in un giorno d’estate fece tutto il crinale dal Monte Lori al Secchieta e fino a Vallombrosa, poi il ritorno, circa 45 km totali ❗

Post A Comment