Fra mercoledì e venerdì si accentua il gran caldo!

Stiamo per entrare nella fase clou della fase di gran caldo per la nostra regione. Non che fino ad ora avesse fatto fresco, tutt’altro, visto che ormai da inizio giugno i valori termici nella nostre regione (o gran parte di essi) si sono comunque rivelati sopra le medie del periodo.
Al momento in cui scriviamo (ore 14 circa di martedì) in molte zone di pianura abbiamo valori abbondantemente sopra i 30°, quindi fa già abbastanza caldo!
Si è molto parlato di questa ondata di caldo e molto se ne parlerà anche nei prossimi giorni, talvolta anche a sproposito.
Ovviamente molte realtà meteo o pseudo meteo hanno esasperato, come sempre succede, i toni,….. altre hanno minimizzato. Alcuni hanno parlato di gran caldo con valori quasi record ma con tassi di umidità parecchio bassi, quasi a far voler “rendere gradevole” alla fine questa avvezione di caldo proveniente dalle latitudini subtropicali.
Va detto che nelle nostre zone fare 40 gradi o 39 / 38 gradi (valori che potrebbero essere raggiunti nei prossimi giorni in alcuni settori interni della nostra regione) con tassi di umidità elevati è altamente improbabile, a meno che non ci si trasferisca geograficamente nel Pakistan (scusate la battuta). Certi valori implicano comunque correnti che seccano un po’ la colonna d’aria (ovvero correnti a componente anticiclonica da nord est) ma limitare tutto questo al fatto “che sarà caldo secco” ci sembra riduttivo. Noi parleremo di gran caldo perché altro non è!
Nella grafica è ben evidente tutto questo: la stazionarietà per qualche giorno di un cut off depressionario nell’atlantico Portoghese non farà altro che risucchiare aria calda dall’entroterra africano. Aria calda che raggiungerà latitudini elevate fino ad interessare, oltre che la penisola Iberica, la Francia, parte della Germania, Belgio, Olanda e Gran Bretagna. Nella nostra regione saranno colpiti regioni settentrionali, Sardegna e parte delle centrali. Ai margini le regioni meridionali.
Qualche records di caldo potrebbe essere battuto per quanto riguarda giugno ma questo lo vedremo nei prossimi giorni.
Quando finirà tutto questo? Non certo nei prossimi giorni, ma guardando il modello Ens sembra che ne riparleremo nei primi gg di luglio.
Anche se dopo il picco caldo qualche grado in quota lo perderemo, gli effetti al suolo saranno davvero modesti non avendo un adeguato ricambio di aria.
Alessandro Nardi
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.