Progressivo addolcimento delle temperature.

Addolcimento dei valori termici in questo fine settimana. Le correnti fredde di origine artico marittima che ci hanno interessato in questi giorni, con entrata sulla nostra penisola dai quadranti nord orientali, verranno sostituite dalla prossime ore da correnti certamente meno fredde dai quadranti nord occidentali. In realtà in partenza non sarebbero troppo miti ma la parte più fredda della massa di aria verrà schermata dalla nostra barriera Alpina che fungerà praticamente da ombrello (fig1). Dalle altre due immagini potete vedere la situazione termica in quota (1500 m slm) di poche ore fa, con valori anche di -4° in libera atmosfera e quella di domenica sera, con valori positivi dappertutto (colore verde). La prossima notte (quella su domenica) vedrà un aumento termico al suolo, non tanto per quello che succederà in quota, ma per effetto della nuvolosità che ci interesserà, per l’arrivo di un modesto corpo nuvoloso di origine atlantica, reso praticamente innocuo dalla barriera Alpina e dalla vicinanza di un campo di alta pressione che ormai da molti giorni sta attaccato ad ovest della nostra penisola. Anche le temperature massime vedranno degli aumenti, sia domenica che lunedì. Calo dei valori minimi a partire da martedì, ma non perché arriva di nuovo aria fredda, ma perché, probabilmente, avremo di nuovo nottate serene (irraggiamento notturno e inversione termica).
Alessandro Nardi

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.