Tempo stabile nei prossimi 3 – 5 giorni.

Buongiorno a tutti.
Come previsto l’ondulazione atlantica ha interessato più da vicino il settentrione e i settori adriatici. Prese di striscio nel tardo pomeriggio e sera le zone più orientali delle nostra regione con accumuli degni di nota solo nei comuni confinanti. Qualche piovasco si è avuto anche in mattinata sui settori meridionali, fra la nostra regione e l’Umbria con fenomeni di poco conto.
In questo fine settimana vedremo una stabilizzazione completa del tempo grazie al posizionamento della fascia anticiclonica subtropicale sulla nostra penisola. L’attività depressionaria rimarrà fra Atlantico e Isole Britanniche con flusso più instabile che dovrebbe scorrere, almeno in questi prossimi giorni, da ovest verso est fino a sfiorare l’arco Alpino ma non interessando le zone poste più a meridione.
Possiamo quindi riepilogare: sabato, domenica e lunedì tempo stabile e soleggiato, con temperature massime in aumento ma senza eccessi di caldo (range compreso fra 30 e 34 gradi nei capoluoghi di provincia, con minime gradevoli nei settori interni). Solo al pomeriggio (specie domenica) vedremo la consueta formazione di nubi a sviluppo verticale specie a ridosso dei rilievi, senza particolari conseguenze.
Dando un veloce sguardo al modello ENS (fermo al momento alle 18 di ieri) possiamo vedere che potrà esserci una fase un po’ più instabile nelle zone più interne Appenniniche fra l’8 e il 9 agosto, poi si incomincia ad intravedere una possibile nuova avvezione di aria calda di matrice subtropicale africana, dovuta anche stavolta ad una maggiore ondulazione delle correnti, con cavo d’onda a largo dell’Atlantico portoghese con promontorio conseguente su buona parte della nostra penisola. Stavolta sembrerebbero prese in pieno le nostre regioni meridionali, ma ancora è abbastanza presto per esprimere delle certezze.
Alessandro Nardi.
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.