L’orto d’estate

IF

Luglio e Agosto sono i mesi in cui si raccolgono i frutti principali dell’orto: Pomodori, zucchine, melanzane, cetrioli, peperoni, aglio, patate ecc, ma sono anche i mesi in cui dobbiamo essere attenti alla cura delle culture a causa del caldo e della siccità che in questi giorni sta colpendo l’agricoltura in gran parte del Paese.

IF

Le piante da frutto come il pesco, il pero, il susino, il melograno stanno maturando i loro frutti, controlliamo che non ne abbiano troppi diradandoli se necessario. Occorre innaffiare abbondantemente una volta a settimana questi alberi, che in un periodo siccitoso fanno il loro sforzo maggiore: avremo frutti più abbondanti e di migliore qualità e le nostre piante si rafforzeranno.

IF

Se, come me, non disponete di abbondanza di acqua, consiglio di mettere in atto un impianto di irrigazione a goccia che oltre a farvi risparmiare il prezioso liquido, vi permette di innaffiare facilmente nelle ore notturne o serali. Se poi potete istallare un temporizzatore ancora meglio. Evitate di annaffiare qualsiasi cosa nelle ore più calde e non nebulizzate acqua se c’è il sole sulle foglie: potreste bruciarle per l’effetto lente delle gocce.

IF

Questo è il momento per raccogliere l’aglio e le patate: con una forca o una vanga entrate sotto le piante e “sollevatele” portandole allo scoperto e facendo attenzione a non danneggiarle con l’attrezzo, ripulitele dalla terra e conservatele in un luogo fresco e asciutto, al riparo dalla luce, altrimenti “mettono” se non trattate appositamente.

IF

IF

Negli spazi liberati dall’aglio, dalle cipolle e dalle patate si potrebbero già mettere le piantine di cavolo nero o di finocchi ma, dato il caldo, evitate di vangare la terra in questo periodo, perché troppo asciutta: aspettate una pioggia e una temperatura più mite per farlo.

IF

IF

Legate ai pali di sostegno i pomodori via via che crescono, continuate a “scacchiarli” se hanno troppi getti laterali e trattateli saltuariamente con il ramato che darete anche alle zucchine, ai poponi e alle melanzane.
Sostenete le melanzane e i peperoni con piccoli sostegni e non fate mancare l’acqua, concimate leggermente con prodotti naturali e sarchiate il terreno per liberarle dalle erbacce.

IF

Le fragole vanno protette con una pacciamatura, altrimenti verranno invase da ogni tipo di erba, i frutti devono essere colti regolarmente, anche quelli marci o difettosi, vista la quantità di acqua che assorbono. Anche qui dare un po’ di concime, perché il suolo non si inaridisca.

IF

Tra le piante più belle e fiorite in piena estate ci sono le ortensie (Idrangea microphilla) facili in montagna, ma da collocare al riparo dal sole più forte e da innaffiare quasi ogni giorno in città, mentre la lagestroemia resiste perfettamente al nostro clima e fiorirà ininterrottamente fino a ottobre.

IF

Buoni raccolti e buone ferie a tutti.

Franco l’Ortolano.

No Comments

Post A Comment